Certificazione Docker per NetBackup

Veritas Technologies annuncia che NetBackup 8.1.2 ha ricevuto la certificazione per la protezione dei carichi di lavoro basati su container Docker. I clienti di Veritas saranno in grado di proteggere i propri dati containerizzati e altri workload tradizionali o moderni come SAP Hana, Hadoop o MongoDB, in ambienti multi-cloud, virtuali e fisici.

La “containerizzazione” dei moderni carichi di lavoro sta diventando la norma per le organizzazioni di tutto il mondo, come modo efficiente per sviluppare e implementare le applicazioni. Gartner prevede che “entro il 2020, oltre il 50% delle organizzazioni globali avrà in produzione applicazioni containerizzate, ad oggi meno del 20%”. Questa rapida implementazione sta portando a interrogativi sull’integrità dei dati, in quanto un numero crescente di nuove applicazioni containerizzate sono progettate per creare e modificare i dati permanenti. Questa evoluzione sottolinea la necessità di processi di backup e recovery maturi che proteggano i dati e le applicazioni containerizzati ovunque essi risiedano.

Nelle architetture applicative basate su container, alcuni container sono progettati per creare o modificare dati permanenti. In questo caso, la protezione dei dati sarebbe critica, ma consente anche altri scenari in cui i dati possono essere esclusi in modo sicuro dai processi di backup.

Come soluzione certificata di backup e il recovery di container Docker, Veritas offre tre diversi modi per proteggere i container con NetBackup, per consentire la massima flessibilità. Veritas ha sviluppato un client NetBackup containerizzato che può essere implementato come container e utilizzato per proteggere i dati persistenti delle applicazioni in questo ambiente dinamico. La certificazione della piattaforma Docker Enterprise garantisce una facile implementazione per il cliente attraverso un supporto cooperativo di Docker e di Veritas per gli ambienti di produzione.

I clienti di Veritas possono anche proteggere il proprio ambiente fisico e le moderne implementazioni in ambiente virtuale e multi-cloud, con prestazioni scalabili tipiche degli ambienti enterprise, dato che l’ultimo NetBackup 8.1.2 supporta Docker e altri carichi di lavoro di nuova generazione come Hadoop, Nutanix, MySQL, PostgreSQL, MariaDB, SQLite, HBase e MongoDB.

Le operazioni di backup e restore in queste architetture complesse ed eterogenee vengono gestite attraverso un’interfaccia utente molto più semplice e intuitiva che consente ai dipendenti autorizzati di proteggere e monitorare facilmente i propri dati e le proprie applicazioni, ovunque essi risiedano.