Certificazione Docker per NetBackup

Veritas Technologies annuncia che NetBackup 8.1.2 ha ricevuto la certificazione per la protezione dei carichi di lavoro basati su container Docker. I clienti di Veritas saranno in grado di proteggere i propri dati containerizzati e altri workload tradizionali o moderni come SAP Hana, Hadoop o MongoDB, in ambienti multi-cloud, virtuali e fisici.

La “containerizzazione” dei moderni carichi di lavoro sta diventando la norma per le organizzazioni di tutto il mondo, come modo efficiente per sviluppare e implementare le applicazioni. Gartner prevede che “entro il 2020, oltre il 50% delle organizzazioni globali avrà in produzione applicazioni containerizzate, ad oggi meno del 20%”. Questa rapida implementazione sta portando a interrogativi sull’integrità dei dati, in quanto un numero crescente di nuove applicazioni containerizzate sono progettate per creare e modificare i dati permanenti. Questa evoluzione sottolinea la necessità di processi di backup e recovery maturi che proteggano i dati e le applicazioni containerizzati ovunque essi risiedano.

Nelle architetture applicative basate su container, alcuni container sono progettati per creare o modificare dati permanenti. In questo caso, la protezione dei dati sarebbe critica, ma consente anche altri scenari in cui i dati possono essere esclusi in modo sicuro dai processi di backup.

Come soluzione certificata di backup e il recovery di container Docker, Veritas offre tre diversi modi per proteggere i container con NetBackup, per consentire la massima flessibilità. Veritas ha sviluppato un client NetBackup containerizzato che può essere implementato come container e utilizzato per proteggere i dati persistenti delle applicazioni in questo ambiente dinamico. La certificazione della piattaforma Docker Enterprise garantisce una facile implementazione per il cliente attraverso un supporto cooperativo di Docker e di Veritas per gli ambienti di produzione.

I clienti di Veritas possono anche proteggere il proprio ambiente fisico e le moderne implementazioni in ambiente virtuale e multi-cloud, con prestazioni scalabili tipiche degli ambienti enterprise, dato che l’ultimo NetBackup 8.1.2 supporta Docker e altri carichi di lavoro di nuova generazione come Hadoop, Nutanix, MySQL, PostgreSQL, MariaDB, SQLite, HBase e MongoDB.

Le operazioni di backup e restore in queste architetture complesse ed eterogenee vengono gestite attraverso un’interfaccia utente molto più semplice e intuitiva che consente ai dipendenti autorizzati di proteggere e monitorare facilmente i propri dati e le proprie applicazioni, ovunque essi risiedano.

Veritas e Pure Storage migliorano la gestione dei dati

Veritas Technologies in collaborazione con Pure Storage annuncia una nuova collaborazione a livello globale per aiutare i clienti comuni a modernizzare la protezione dati e a massimizzarne il loro valore per ottenere un vantaggio competitivo.

La collaborazione consentirà alle organizzazioni di consolidare con confidenza i moderni carichi di lavoro sull’esclusiva architettura data hub di Pure Storage, powered by Pure Storage FlashBlade. Grazie all’integrazione di NetBackup, la tecnologia di punta di Veritas, i dati aziendali possono essere condivisi, protetti e utilizzati per ottenere un valore senza precedenti.

A causa della rapida crescita e la frammentazione dei dati, le imprese di qualsiasi dimensione faticano a gestire, proteggere e ottenere informazioni dai dati. L’intelligenza moderna richiede una tecnologia che non solo memorizzi i dati, ma che sia anche in grado di generare insights dai dati, così ricchi di informazioni dall’essere naturalmente predittivi. Oggi, Veritas e Pure Storage offrono protezione dati e recupero rapido per i moderni carichi di lavoro, alimentando al contempo l’analisi dei dati e migliorando il machine learning.

Basato su FlashBlade, il data hub di Pure Storage centralizza i dati per facilitare un approccio unificato degli analytics, del backup, dei data lake e dei cluster di intelligenza artificiale (AI) per ottenere livelli di insights fino ad ora impensabili. Veritas NetBackup è in grado di proteggere un’intera architettura data hub basata su FlashBlade e può anche sfruttarla come target di backup, con rapidi ripristini quando necessario. Inoltre, Veritas NetBackup, insieme a Veritas CloudPoint, è stato integrato con Pure Storage FlashArray™, consentendo la gestione completa degli snapshot tramite la console di NetBackup. Il consolidamento delle tecnologie tra le due aziende consente di sfruttare l’AI e il machine learning su set di dati più grandi e diversificati, fornendo una business intelligence migliore che può portare a una più rapida innovazione.

Veritas e Pure Storage aiutano le aziende multi-cloud a ottenere più agilità e velocità, grazie alla protezione integrata basata su snapshot per le soluzioni di storage scale-out flash. Grazie all’integrazione di Veritas NetBackup e CloudPoint, le organizzazioni possono raggiungere RTO – Recovery Time Objective – più aggressivi e avere una protezione altamente performante dei dati su storage flash. Ciò consente ai clienti di soddisfare i rigorosi obblighi in termini di RTO e RPO – Recovery Point Objective – nel settore finanziario, nella sanità e in altri settori verticali in cui la normativa impone il recupero e la resilienza dei dati.

I benefici aggiuntivi della partnership includono:
• Maggiore agilità e velocità grazie alla protezione integrata basata su snapshot per architetture di storage flash, grazie all’integrazione di Veritas NetBackup e Veritas CloudPoint.
• RPO e RTO ottimizzati anche per le applicazioni più critiche e altamente transazionali dall’architettura parallela Pure Storage.
• Miglioramento del recupero dati con copie point-in-time consistenti e più affidabili grazie a Veritas NetBackup e all’integrazione tra Veritas CloudPoint e Pure Storage.
• Backup più veloce ed elevate prestazioni grazie all’integrazione tra Veritas NetBackup e Veritas CloudPoint senza lunghe finestre per gli snapshot e time-out delle applicazioni.