Categories
news Thecus Toshiba

Stimare i costi di un sistema di storage e scegliere la soluzione migliore all’altezza degli obiettivi di un’azienda

Se foste il responsabile IT di un’impresa o un fornitore di servizi e aveste la necessità di supportare 100 nuove assunzioni all’anno per i prossimi 5 anni, di quanta capacità di storage e prestazioni avreste bisogno? Come implementereste la vostra infrastruttura? Questa domanda risulterebbe ancora più difficile se doveste fare delle stime su servizi nuovi di cui non si riesce a prevedere l’impatto.

Anche se le soluzioni di archiviazione cloud, sempre più popolari e utilizzate, sembrano adatte a tutte le esigenze, in realtà non è così. Ad esempio, su larga scala, non sono convenienti da un punto di vista economico e non sempre sono la soluzione più indicata in caso di dati più sensibili o per gli approcci di implementazione in cui sarebbe preferibile tenere i dati in un luogo fisicamente sicuro (ma questo richiede spazio, connettività e hardware).

I manager dei data center e i fornitori di servizi possono testare le loro soluzioni presso i Global Data Centers EMEA, una divisione di NTT Ltd. I loro Technology Experience Lab forniscono non solo spazio, potenza e protezione, ma anche la libertà di sperimentare soluzioni innovative basate su tecnologia cloud e di storage. Questo permette ai manager dei data center e ai fornitori di servizi di testare, a basso costo, i cloud privati o ibridi o rivedere le architetture distribuite e misurare il loro impatto sulla fornitura di servizi IT. Il tutto viene supportato da una comunità sempre attiva e aggiornata grazie a webinar, boot camp, meetup e hackathon.

La sede principale è a Francoforte (Francoforte 1) e ospita 65.000 mq di spazio per i server in un edificio progettato per essere un data center. È alimentato in modo sicuro da due sottostazioni separate e protetto da due gruppi di continuità (UPS) e sistemi di alimentazione ridondanti con generatore diesel. La sicurezza fisica e il controllo degli accessi assicurano che i sistemi siano protetti da qualunque attacco, grazie al monitoraggio 24 ore su 24, 7 giorni su 7 e alla ridondanza dei sistemi. La connettività fino a 10 Gbit/s è fornita da un carrier-mix di oltre 350 fornitori, che vanno fornitori locali a quelli tier 1. Questo campus è anche collegato, tramite connessione in fibra ottica, al data center di NTT a Rüsselsheim (Francoforte 3), consentendo implementazioni multi-sito.

Ad oggi, è stata sperimentata un’ampia serie di utilizzi che vanno dal cloud ibrido, storage e Big Data, attraverso DevOps e App Management, all’High Performance e al Cognitive Computing. Sono stati intrapresi anche studi su approcci hardware, come il test del raffreddamento ad acqua con recupero del calore residuo.

Molti manager IT, di data center e fornitori di servizi continuano a cercare l’up-scaling dei loro sistemi esistenti, aggiungendo più hardware e unità per aumentare le prestazioni e la capacità, per soddisfare questa esigenza NTT fornisce un ambiente in cui tali approcci possono essere valutati con un server di archiviazione dati ad alte prestazioni che garantisce alta affidabilità e prestazioni elevate e che potrebbe essere utilizzato per vari obiettivi iSCSI con dimensioni che vanno da 10TB a 40TB.

Il sistema, installato nel 2017, utilizza server della serie Supermicro X10 in formato 2U, con due CPU Intel Xeon e 128 GB di RAM. Questo è stato accoppiato con un controller Microsemi ASR8885, 10 Gbit/s NICs, e un toploader JBOD di Celestica con doppio espansore a 60-bay. Lo storage è stato implementato utilizzando gli HDD di classe enterprise Toshiba MG04SCA40EA da 4 TB con interfaccia SAS a 12 Gbit/s, con prestazioni a 7.200 giri/min in un fattore di forma di 3,5 pollici. Il sistema è basato su Open-E JovianDSS, un software Linux di archiviazione dati che utilizza il file system ZFS e che può essere utilizzato per progettare l’archiviazione su iSCSI, Fiber Channel (FC), NFS e SMB (CIFS). L’applicazione di backup è molto leggera, il che spiega perché può funzionare 24 ore su 24, 7 giorni su 7, senza alcuna influenza significativa sulla produzione. Può essere utilizzata per scopi di backup/ripristino regolari o per il disaster recovery istantaneo.

La soluzione finale ha fornito 108 TB di storage con un’efficienza di capacità Zpool del 50% utilizzando un tipo di ridondanza di storage mirror bidirezionale. Lo Zpool è stato suddiviso in 30 gruppi di coppie di dischi dati/parità, fornendo 240 TB di capacità lorda non formattata e 120 TB netti. Salvo un singolo arresto pianificato per un aggiornamento del software, il sistema è operativo senza interruzioni o guasti del disco dall’agosto 2017.

Ambienti come quello fornito da NTT con il suo spazio fisico professionale e la sua comunità di supporto, permettono di avere spazio per la sperimentazione utilizzando sistemi significativi. A loro volta, le soluzioni che devono far fronte alle sfide quotidiane non solo possono essere valutate, ma anche quantificate in condizioni non critiche per il sistema.

Categories
Thecus

Aggiornamento di ThecusOS 7.0

E’ disponibile un importante aggiornamento di ThecusOS 7.0 che propone un’esperienza visuale rinnovata, maggiore flessibilità grazie alle funzioni di Scale-Out e prestazioni migliorate per tutto l’esteso portfolio di prodotti NAS della società. Quest’ultima versione è già disponibile online per l’upgrade gratuito di tutti gli attuali NAS Thecus che utilizzano ThecusOS 7.0.

Velocità accelerata
L’esecuzione basata su un nuovo framework software rende più rapido il rendering delle pagine web. E questo vantaggio è particolarmente evidente con i modelli di NAS dotati di processori più vecchi.

Rafforzato e solidificato
Quest’ultima versione di ThecusOS 7.0 eredita i punti di forza di quelle precedenti ed è ora completamente evoluta in un sistema operativo (OS) multifunzionale, stabile e intelligente.

Una nuova interfaccia professionale e intuitiva
In questa nuova versione è possibile scegliere l’aspetto dell’interfaccia utente di ThecusOS 7.0. Per personalizzarla è stata aggiunta la voce “Preference Settings”, che si trova nel menu a discesa “General Settings”. La nuova voce offre accesso a una moderna interfaccia che supporta anche i temi, con sfondi, icone e font spettacolari.

Selezionando “Preference Settings”, gli utenti possono scegliere tra più opzioni che riguardano l’aspetto estetico dell’interfaccia utente (UI). È possibile per esempio scegliere tra “Classic” o “Dark” o le preferenze per il “Desktop color”, così come l’immagine di sfondo. Per quest’ultima, gli utenti possono scegliere tra una lista di immagini preimpostate o caricarne una propria per un’esperienza di navigazione più intuitiva e visualmente piacevole.

Maggiore flessibilità con lo Scale-Out
ThecusOS 7.0 permette ora di ricorrere allo Scale Out anche partendo con una singola unità, soluzione ottimale per aziende con budget contenuti ma che ritengono di avere bisogno di incrementare la capienza in futuro.

 

Categories
Thecus

N4820U: da Thecus conveniente NAS 4-bay in formato rack

Thecus ha presentato il nuovo conveniente NAS della serie N4820U, un modello a 4-bay in formato rack e ingombro 1U ideale per aziende di piccole e medie dimensioni in fase di crescita. Questo prodotto garantisce affidabilità ed elevate prestazioni per rispondere alle esigenze di storage dei carichi di lavoro che sono in continua evoluzione.
La serie N4820U si basa sulla CPU Server Quad Core Intel® Celeron N3450 da 1,1GHz portata a 2,2GHz, 4GB di RAM resiliente DDR3 incrementabile fino a 8GB. Questa famiglia di prodotti comprende due modelli: quello siglato N4820U -S è dotato di un singolo alimentatore standard, mentre la versione N4820U -R dispone di alimentatore ridondato.
La serie N4820U offre complete funzionalità per il backup e la protezione dei dati: thin provisioning, replica per il disaster recovery, tecnologia snapshot (solo Btrfs), Data Guard per il disaster recovery (per backup in tempo reale remoti o locali) così come backup su servizi cloud come DropBox, ElephantDrive e Amazon S3. Per una sicurezza dei dati senza compromessi, la nuova soluzione di Thecus viene offerta in abbinamento con Acronis True Image e McAfee Antivirus.
Dotata del più recente ThecusOS 7.0, la serie N4820U offre un ampio set di funzionalità e supporta una grande quantità di app di terze parti, così come la possibilità di scalare orizzontalmente (Scale Out). Grazie allo Scale Out, le aziende possono evitare costosi rifacimenti del data center aggiungendo in modo flessibile ulteriori dispositivi NAS per aumentare la capienza dello storage.

Categories
Thecus

LightningPRO, storage all-flash da Thecus

Thecus Technology ha ufficialmente lanciato la nuova linea di batterie di storage “all-flash”. La serie LightningPRO di Thecus offre produttività di livello superiore, essendo ottimizzata per gestire applicazioni business-critical in grandi imprese. Dotati di connettività 10GbE, in grado di gestire oltre 700K IOPS e con funzionalità di protezione dei dati, questi dispositivi di storage vengono offerti alle aziende con otto o dieci unità a stato solido (SSD).

La serie LightningPRO di Thecus comprende i modelli SC180 e SE300. Il primo occupa un modulo 1U negli armadi standard e offre 360K IOPS in continuo attraverso 10 unità SSD SATA sostituibili a caldo. Il modello SE300, invece, offre maggiore potenza, pur occupando comunque un solo modulo 1U. Grazie a otto SSD che utilizzano l’interfaccia NVMe si possono ottenere velocità di trasferimento dati elevatissime: 700K IOPS per operazioni di scrittura in ordine casuale di 4KB, che contribuiscono ad accelerare l’intero sistema.

Thecus utilizza la tecnologia FlexiRemap, che riordina le operazioni di scrittura casuali trasformandole in traffico sequenziale per aumentare le prestazioni. Diversamente dagli algoritmi RAID, FlexiRemap riordina i dati ogni volta che questo rappresenta un vantaggio prima di passarli alla sottostante memoria flash, riducendo i cicli di programmazione/cancellazione dei chip di memoria fino al 150% rispetto alla tradizionale tecnologia RAID, evitando così sovraccarichi non necessari e allungando la vita delle SSD. Questo permette alle aziende di eliminare i colli di bottiglia, raggiungere prestazioni inferiori al millisecondo e ottenere un miglior ritorno sull’investimento hardware.

La serie LightningPRO in breve
· Prestazioni elevate, con oltre 700K IOPS e tempi di risposta prevedibili al di sotto di 1ms
· Prestazioni continue nel tempo, indipendentemente dal peso dei carichi di lavoro
· Tutto è realizzato all’interno della piattaforma software
· Vita delle batterie e delle unità SSD più lunga
· Fault tolerance e ricostruzione automatica dei dati sostituendo un drive
· TCO contenuto ed elevata efficienza energetica, che consentono alle aziende e ai data center di fare di più con minori risorse

Categories
Thecus

Thecus N4350: conveniente NAS 4-bay

Thecus ha annunciato il NAS N4350, aggiornamento del modello N4310.

Il Thecus N4350 è basato sulla CPU dual core Marvell Armada 388 a 1,8 GHz ed è equipaggiato con 1GB di RAM DDR4. Comprende una porta LAN Ethernet Gigabit e due porte USB 3.0. I consumi contenuti di questo NAS garantiscono costi di gestione quotidiani praticamente trascurabili.

Il Thecus N4350 offre complete funzionalità per il backup e la protezione dei dati: thin provisioning, replica per il disaster recovery, Backup Remoto o disaster recovery (per backup in tempo reale remoti o eseguiti a livello locale), oltre al backup sul servizio cloud Amazon S3.

Il NAS N4350 offre connettività tramite tre app mobili. Thecus Connect™ consente l’accesso live all’unità NAS per tenere sotto controllo le informazioni più aggiornate.
Thecus Wizard™ permette di eseguire velocemente il setup del NAS da remoto. Orbweb.me™ è invece un modulo P2P per visualizzare, trasmettere in streaming e gestire facilmente i file memorizzati sul NAS in qualunque momento e in qualsiasi posto ci si trovi. E per farlo non serve alcun indirizzo IP.

Rispetto al suo predecessore, il NAS N4350 dispone di un processore più potente, con un numero doppio di core di elaborazione e frequenza più elevata, di RAM DDR4 di nuova generazione e dell’ultima versione del software ThecusOS 7.