Categories
Vertiv

Accesso da remoto e monitoraggio in tempo reale dei dispositivi IT

La capacità di un’azienda di gestire da remoto i propri data center – con accesso totalmente sicuro ai dispositivi IT – e di ottenere dati analitici per le infrastrutture critiche senza tecnici on-site, è essenziale oggi più che mai.

Quasi tutti i 250 amministratori di data center coinvolti in un sondaggio dell’Uptime Institute hanno dichiarato di voler utilizzare maggiormente le tecnologie per la gestione da remoto come risposta all’esperienza maturata durante la pandemia. Tre quarti di loro vuole utilizzare l’automazione.

Vertiv ha sviluppato un ecosistema di soluzioni hardware, software e servizi in grado di garantire che le infrastrutture critiche e i dispositivi IT siano sempre accessibili in sicurezza e da qualsiasi luogo.

“I clienti che hanno utilizzato l’accesso da remoto e il monitoraggio in tempo reale dei dispositivi IT durante il lockdown, hanno riferito che l’utilizzo delle nostre soluzioni li ha aiutati a risparmiare tempo e denaro e a mantenere i loro dipendenti al sicuro” – sottolinea Mike O’Keeffe, VP for Service and Software Solutions EMEA di Vertiv. Ora è il momento di preparare i data center delle aziende a possibili future restrizioni operative e di raccogliere i frutti della riduzione del rischio di costose interruzioni dei data center.”

Le soluzioni software e i servizi di monitoraggio per i data center offerti da Vertiv – tra cui Vertiv Power Assist, Vertiv Environet Alert e Vertiv Critical Insight – sono stati recentemente aggiornati e migliorati al fine di soddisfare tutte le esigenze dei nostri clienti.

A causa della conformità richiesta per la connettività esterna, alcune aziende sono ancora vincolate relativamente all’implementazione di tali soluzioni. Tuttavia, la pandemia globale sta spingendo molte organizzazioni a rivedere i parametri di conformità per il futuro.

Mentre le imprese si riorganizzano devono anche considerare che il software di monitoraggio è solo una parte dell’ecosistema IT, in sintesi non è un’isola. Il software è il livello di intelligence che permette di ottenere il massimo dall’hardware disponibile, mentre i servizi di monitoraggio da remoto contribuiscono ad aumentarne ulteriormente il livello di sicurezza.

Le imprese che si affidano a un unico fornitore per l’intera soluzione, incluso il supporto remoto in outsourcing, avranno la possibilità di essere avvisate tempestivamente in caso di anomalie e di risolvere più rapidamente i problemi del data center. Questo assicurerà loro che i dispositivi IT siano sempre in funzione, indipendentemente da ciò che sta accadendo nel mondo esterno.

Categories
WD

Western Digital annuncia nuove soluzioni nel portfolio Flash

Come arricchimento di una gamma unica e completa tra soluzioni HDD e flash, in occasione del Flash Memory Summit, Western Digital annuncia una nuova suite di unità NVMe SSD per abilitare architetture per data center di nuova generazione e data-centric, IoT di livello industriale, nel settore automotive e applicazioni client. La nuova famiglia di prodotti include l’unità Ultrastar ® DC ZN540 ZNS NVMe™ SSD per la progettazione di un livello di storage per data center più efficiente con un TCO competitivo; l’unità Western Digital ® IX SN530 Industrial SSD per gli ambienti estremi delle applicazioni in ambito industriale e settore automotive; e l’unità WD Blue™ SN550 NVMe SSD da 2TB per aumentare le performance dei PC in termini di velocità.

Abilitare architetture di data center efficienti

Secondo IDC, la mole di dati creata che verrà creata nei prossimi tre anni supererà quella degli ultimi 30 anni. Miliardi di sistemi connessi genereranno una moltitudine di dati contestualizzati, da smart video, dati dei consumatori e dei sensori, che devono essere catturati, trasformati e analizzati per portare valore a industrie, aziende e persone. Le architetture legacy non sono sufficienti per mantenere il passo con gli attuali ambienti data-intensive. La sfida è costruire infrastrutture di dati efficienti, anche da un punto di vista economico, che possano sostenere le esigenze dei dati in un’era nell’ordine dello zettabyte. Lo storage è un aspetto fondamentale e critico da considerare per creare queste nuove architetture ed estrarre valore dai dati.
Zoned Storage è la nuova architettura di archiviazione per i data center a livello enterprise di prossima generazione. Oltre a sostenere l’iniziativa Zoned Storage e ZoneStorage.io, e contribuire allo sviluppo
dell’ecosistema ZNS per il gruppo di lavoro NVMe e la community open-source Linux ® , Western Digital annuncia che sta testando il nuovo Ultrastar DC ZN540 ZNS NVMe SSD presso un gruppo selezionato di clienti. La nuova unità include un controller NVMe integrato verticalmente, a doppia porta e ad alta disponibilità, con capacità fino a 8TB in un fattore di forma standard U.2. Sfruttando lo standard di settore ZNS, il nuovo DC ZN540 appartiene ad una nuova generazione di SSD create per ambienti multi-tenancy e altre applicazioni data-centric come l’elaborazione del flusso di dati. Rispetto ai tradizionali SSD, quest’unità fornisce livelli di performance fino a quattro volte superiori e miglioramenti di QoS fino a due volte e mezzo, così come una migliore efficienza, utilizzo e capacità di scalare mantenendo al contempo un basso TCO per infrastrutture cloud pubbliche e private. Western Digital è impegnata nello sviluppo di un supporto applicativo ed ecosistema Zoned Storage completo, che include la gestione delle sinergie delle unità SMR HDD ad alta capacità con quelle ZNS SSD in una struttura di archiviazione a zone standardizzata e unificata.

Potenziamento dei progetti di IoT a livello industriale e automotive ad alta intensità di dati

La nuova unità di Western Digital IX SN530 è un SSD NVMe di fascia industriale progettata per resistere a temperature estreme, garantire performance, alta resistenza e affidabilità indispensabili per applicazioni in ambito industriale e automotive. Ideale per l’automazione nelle fabbriche, il mondo dei trasporti, della sanità, della robotica e dei droni, della difesa, del retail e altri ambienti che richiedono dispositivi robusti, l’unità IX SN530 NVMe SSD resiste a temperature comprese tra -40°C e +85°C ed è operativa anche in presenza di vibrazioni fino a 20G. Con velocità di lettura fino a 2,400 MB/s, è una soluzione ad alte performance per gli OEM che progettano nuove applicazioni o eseguono una transizione da SSD SATA.
E’ disponibile in un fattore di forma compatto M.2 2230 o M.2 2280 con capacità da 85GB a 2TB.

“Tutte le aziende nei principali settori e in qualsiasi mercato verticale stanno usando la tecnologia flash per trasformare le loro attività. Il futuro dello storage è orientato sulle applicazioni e ottimizzato per queste aziende.” ha dichiarato Robert Soderbery, executive vice president e general manager dell’unità di business Flash in Western Digital. “Oggi stiamo lanciando nuovi prodotti SSD per applicazioni cloud, storage a livello enterprise e client. Questi nuovi SSD sono elementi costitutivi fondamentali per il nostro mondo digitale, abilitati da nuove architetture, offrendo ai clienti una varietà di opzioni per assicurare che i loro dati siano veloci, al sicuro e protetti.”

Categories
Schneider Electric

Monitoraggio remoto dell’alimentazione: APC Easy Rack PDU

Schneider Electric ha annunciato la gamma APC Easy Rack PDU (Rack Power Distribution), che fornisce un’unità di distribuzione dell’alimentazione personalizzabile per i carichi collegati  facile da installare e da usare. La nuova famiglia APC Easy Rack PDU offre una distribuzione affidabile e sicura dell’alimentazione ad un costo competitivo. Dagli armadi di rete e dagli ambienti di edge computing, fino ai data center di piccole e medie dimensioni, le PDU APC Easy Rack sono una soluzione resiliente per la continuità dell’alimentazione.

Le PDU APC Easy Rack dotate di uno schermo LCD semplice da utilizzare, un’interfaccia web multifunzionale, possono essere completamente personalizzabili per colore, lunghezza del cavo e numero di prese. La nuova gamma è più leggera dei modelli precedenti e perfettamente progettata in un alloggiamento in alluminio che rende l’installazione rapida e semplice sia per professionisti IT che per integratori di sistemi, installatori elettrici e rivenditori a valore aggiunto (VAR).

Tutte le PDU APC Easy Rack soddisfano gli standard di compatibilità elettromagnetica (EMC) e le verifiche di sicurezza CE EN55035, EN55032, EN55024, TUV e EN / IEC62368-1. Sono inoltre complete di protocolli di sicurezza informatica per l’autenticazione e la crittografia. Hanno un prezzo molto competitivo e offrono al mercato una soluzione di distribuzione dell’alimentazione economica, sicura e affidabile, completa di montaggio senza attrezzi e staffe, che elimina la necessità di acquistare accessori aggiuntivi, risparmiando tempo e denaro.

APC Easy Rack PDU è disponibile in tre nuove versioni:

  • Easy Basic Rack PDU: profilo ultra-basso, telaio leggero montabile a rack in versione orizzontale e verticale.
  • Easy Metered Rack PDU: comprende nework management card via Web per gestire avvisi personalizzabili, un ampio display LCD,  montabile a rack in versione orizzontale e verticale..
  • Easy Switched Rack PDU: comprende nework management card via Web per gestire avvisi personalizzabili, accesso remoto per l’accensione / spegnimento delle singole prese per i riavvii, gestione simultanea gruppi di prese e monitoraggio in cascata prese multiple.

Le tre versioni APC Easy Rack PDU si adattano alle esigenze di aziende di ogni dimensione: dalle piccole imprese, alle strutture di data center grandi e complesse. Sono facili da usare, ultraleggere e flessibili per adattarsi a qualsiasi ambiente IT pre-esistente.

Categories
news

JumpDrive Fingerprint F35 di Lexar

Nital S.p.A., distributore dei prodotti Lexar in Italia, è lieta di presentare la JumpDrive Fingerprint F35, un dispositivo di archiviazione con un livello superiore di sicurezza grazie all’autenticazione con impronte digitali ultraveloce.
Questa unità compatta ed elegante combina infatti un’integrazione di memorizzazione sicura dei dati con tecnologia biometrica, così i dati e i documenti riservati sono al riparo da tentativi di accesso non autorizzati. È inoltre in grado di registrare fino a 10 ID di impronte digitali e ognuna verrà salvata per accedere alla partizione sicura dell’unità, assicurando così
che solo coloro che hanno il permesso abbiano accesso ai file.

Il riconoscimento è velocissimo, meno di un secondo, così in un attimo ci si può mettere al lavoro e iniziare prontamente a trasferire i file con velocità fino a 300 MB/s. Anche la configurazione è semplice e rapida: basta infatti collegare l’unità e utilizzare l’applicazione per impostare le password, registrare le impronte digitali e gestire gli utenti.
In più, come se l’utilizzo delle impronte digitali per accedere all’unità non fosse già sufficientemente sicuro, la JumpDrive Fingerprint F35 è dotata di crittografia AES a 256 bit per proteggere i file critici e le sue dimensioni ridotte permettono di avere tutti i documenti e i dati importante sempre con sé.

Principali caratteristiche JumpDrive Fingerprint F35:
 Fino a 10 ID di impronte digitali consentiti.
 Riconoscimento ultraveloce – meno di 1 secondo
 Facile configurazione, non è necessario alcun driver software
 Protegge i file in modo sicuro utilizzando la crittografia AES a 256 bit
 Garanzia di 3 anni
 Disponibile nelle capacità di 32GB, 64GB, 128GB e 256GB

Categories
news Toshiba

I nuovi modelli MG08-D da 4TB, 6TB e 8TB da Toshiba

Toshiba Electronics Europe GmbH (TEE) annuncia i nuovi hard disk (HDD) della serie Toshiba MG08-D, progettati per un’ampia varietà di applicazioni business-critical, tra cui l’analisi dei dati per la business intelligence, i server di piccole e medie imprese e la gestione e archiviazione dei dati.

La tecnologia air-filled di nuova generazione proposta da Toshiba offre un’efficienza energetica migliore e un minor numero di componenti ad un costo totale di gestione inferiore rispetto ai modelli della serie precedente. La nuova gamma MG08-D è disponibile con capacità 4 TB, 6 TB e 8 TB, sia per le interfacce SATA che SAS. Le unità da 4 TB sono disponibili nei modelli a settore 512e, 4Kn e “legacy 512n” mentre quelle da 6 TB e 8 TB sono fornite nei modelli a settore 512e e 4Kn.

Con un workload di 550 TB all’anno la serie MG08-D offre diverse funzionalità tra cui prestazioni a 7200 rpm in un form factor da 3,5 pollici con la possibilità di scegliere tra interfacce SATA da 6Gbit/s o SAS da12Gbit/s. Rispetto ai modelli precedenti come MG04/05 e MG06, gli hard disk della nuova serie MG08-D da 4 TB, 6 TB e 8 TB offrono più vantaggi grazie all’implementazione di ulteriori progressi tecnologici nella generazione di dispositivi MG08. Ad esempio, rispetto ai modelli precedenti, le nuove unità da 4 TB hanno una velocità di trasferimento sostenuta massima di circa il 23% in più – che raggiunge i 243 MiB/s. Anche la dimensione del buffer della cache è stata raddoppiata a 256 MiB, mentre l’affidabilità operativa è stata estesa, con l’aumento del MTTF, da 1,4 milioni di ore (AFR 0,63%) a 2,0 milioni di ore (AFR 0,43%). Il MTTF da 2,0 milioni di ore è supportato anche dai nuovi modelli da 6TB e 8TB della serie MG08-D.