Backup e ripristino dei dati dei siti web da pannello Plesk

Plesk integra ora Acronis Backup Cloud nella propria piattaforma di gestione web e nel pannello di controllo, assicurando così ai provider di servizi di hosting e cloud un metodo semplice per eseguire il backup dei server Plesk e consentendo ai professionisti web e agli amministratori IT di ripristinare i propri dati.



Per proteggere i server Plesk, i Service Provider devono soltanto installare l’agent Acronis Backup Cloud sui propri server fisici e sulle macchine virtuali e aggiungere l’estensione Acronis Backup Cloud all’interfaccia utente Plesk.

L’integrazione di Acronis Backup Cloud con Plesk apporta numerosi vantaggi ai professionisti web e ai Service Provider, come ad esempio i seguenti:
I Service Provider possono eseguire backup completi dell’immagine server, archiviarli nel cloud Acronis e utilizzare i file di backup per il disaster recovery o la migrazione del server.
I backup dei server sono visibili nella UI Plesk e consentono agli amministratori di sistema di eseguire i backup, gestire lo spazio di backup e offrire funzionalità self-service ai clienti su base tariffaria.
I professionisti web possono utilizzare l’interfaccia utente Plesk a cui sono abituati per ripristinare i propri ambienti server, i file, le email e i database in modo sicuro.

La sicurezza dei siti è una preoccupazione crescente I criminali informatici sfruttano infatti le vulnerabilità dei siti web per inserirvi del codice dannoso e diffondere così i malware, rendendo difficile per questi siti web liberarsi dai malware stessi.

I file possono inoltre venire eliminati involontariamente o smarriti a seguito della sospensione di un account. Ciò rende il backup l’unico metodo affidabile per garantire la disponibilità del sito ed evitare perdite permanenti di dati.

Backup rapido fondamentale per la sopravvivenza aziendale: 5 motivazioni

Un backup rapido e una pronta capacità di ripristino rivestono un’importanza critica per la sopravvivenza delle aziende. Infatti, rappresentano le caratteristiche di protezione dati più ricercate secondo il rapporto ESG del mese precedente.



Acronis è preparata a questo grazie alla sua soluzione di backup per le aziende, Acronis Backup 12.5, più rapida, più conveniente e più facile da utilizzare rispetto ai prodotti offerti dalla concorrenza. Un backup rapido e recovery di 15 secondi la rendono la soluzione perfetta per i moderni ambienti di business.

1. Più dati, meno tempo per proteggerli.

La quantità di dati nel mondo continua ad aumentare a un livello esponenziale. Si stima che ogni anno creiamo il doppio dei dati rispetto a quelli presenti nell’anno precedente, procedendo verso i 180 zetabyte, o 180 trillioni di gigabyte di nuovi dati nel 2025.

Mentre la maggior parte di questi dati sarà generata da macchine, grazie all’avvento dell’IoT, i dati prodotti dagli uomini cresceranno comunque a un livello costante. Per esempio, il Responsabile IT di Scuderia Toro Rosso Raffaele Boschetti, ha recentemente comunicato ad Acronis che la quantità di dati generata giornalmente presso lo stabilimento Toro Rosso è incrementata di circa il 50 percento, se raffrontata al volume prodotto 12 mesi fa. Si tratta di un’evoluzione simile alla maggior parte delle aziende moderne.

Nonostante questa esplosione di dati, le organizzazioni dispongono di quantità minori di tempo per poterli proteggere. Oltre al fatto che disporre di più dati richiede più tempo per un backup, gli amministratori di sistema ora si occupano di moltissime attività in seguito agli ambienti IT di carattere eterogeneo. Hanno a disposizione un intervallo di tempo limitato per completare tutte le attività, il che trasforma la velocità di backup un fattore critico in questo tipo di ambienti.

2. RPO ridotta.

Se la vostra azienda genera grandi quantità di dati ogni giorno, allora anche i backup incrementali o differenziali possono richiedere molto tempo. Maggiore è l’intervallo tra i backup, maggiore la finestra di recovery point objective (RPO), ossia la quantità di dati persa tra i backup.

Se le elevate spese generali eliminano l’esigenza di un backup continuo per la vostra organizzazione, un backup più rapido probabilmente rappresenta la soluzione migliore. Vi permette di eseguire più backup in un determinato lasso di tempo, diminuendo i livelli di RPO a una quota accettabile. Una maggiore frequenza di backup ridurrà la probabilità di perdite di dati in caso di problemi.

3. RTO ermetico.

Lo scopo per eccellenza di qualsiasi backup è la capacità di ripristinare i dati con rapidità e il minimo sforzo. Recovery Time Objective (RTO) è l’intervallo di tempo in cui è necessario recuperare i dati al fine di assicurare la continuità aziendale. L’RTO viene di norma definito calcolando quali siano i tempi di fermo che un’azienda può sostenere prima di iniziare a soffrire delle conseguenze negative causate dalla stessa perdita di dati. Se le interruzioni non sono contemplate, è necessario un backup rapido che includa più opzioni di recovery di dati, proprio come Acronis Backup 12.5 Advanced. È stato progettato per fornire agli utenti molteplici opzioni di recovery dei dati a prescindere dalla tipologia e dalle modalità di backup eseguite in origine. Include la recovery granulare, il ripristino bare-metal, Acronis Universal Restore, Acronis Instant Restore, Acronis vmFlashback, il ripristino host virtuale e la migrazione any-to-any. I dati protetti con Acronis Backup 12.5 possono essere ripristinati in meno di 15 secondi, in loco o sul cloud e persino su hardware diversi.

4. Utilizzo ridotto delle risorse di sistema.

Il software di backup viene di norma installato sul dispositivo da proteggere. I software moderni possono essere molto leggeri in termini di risorse di sistema, tuttavia la compressione la cifratura dei dati possono aumentare l’utilizzo di CPU e memoria, con il risultato di una potenziale riduzione delle performance. In modo simile, se i dati di backup vengono trasferiti in una location remota tramite la rete, questa operazione può avere conseguenze sulla capacità richiesta per eseguire operazioni di routine. Ecco perché i backup tradizionalmente vengono programmati negli orari non di picco, quando il sistema è libero da altre attività.

Se il software di backup influenza negativamente le prestazioni di calcolo, è tempo di passare oltre. Acronis Backup 12.5 Advanced non solo è molto leggero in termini di risorse di sistema e può essere eseguito in background nel corso dell’intera giornata senza interferire con le operazioni giornaliere, ma include le opzioni di elaborazione del backup off-host, il che consente agli utenti di spostare i task più esigenti dal punto di vista delle risorse (come la replica di dati, la pulizia e la convalida) a un host differente, liberando ancora maggiori risorse.

5. Tecnologia all’avanguardia.

Un backup rapido è il risultato di una tecnologia innovativa d avanzata. Proprio come ci si aspetta che un nuovo smartphone sia rapido e offra molte opzioni oltre alle semplici telefonate, gli innovativi software di backup di Acronis offrono molto di più rispetto al mero backup.

Le soluzioni di backup Acronis si basano su un’architettura cloud ibrida flessibile, che consente di controllare in maniera completa la gestione dei propri dati. Inoltre, può migliorare indirettamente la velocità di protezione dei dati nel complesso, dal momento che è possibile scegliere dove memorizzare e in che modo ripristinare i dati protetti.

Inoltre, include Acronis Active Protection, una tecnologia anti-ransomware all’avanguardia in grado di rilevare e arrestare gli attacchi ransomware, ripristinando istantaneamente qualsiasi dato interessato dall’attacco, oltre a disporre della certificazione dati basata su blockchain tramite Acronis Notary per consentire una verifica molto semplice.

Ora che l’importanza di disporre di un backup rapido è chiara, ecco le cinque domande da porre al proprio fornitore di protezione dei dati:

La soluzione di protezione dati è in grado di evolversi con l’azienda, proteggendo crescenti quantità di dati senza mettere a repentaglio le vostre risorse?
Sarete in grado di proteggere tutti i dati, tra cui tutti i workload in tutti gli ambienti, con un’unica soluzione di backup?
Il crescente carico di dati influenzerà il tempo di ripristino e sarà possibile recuperare i dati presenti su qualsiasi hardware o persino in un ambiente differente?
La soluzione offerta fornirà la flessibilità di poter selezionare dove memorizzare i dati protetti, in loco o sul cloud?
Sono state integrate soluzioni di difesa proattiva contro i ransoware all’interno dell’offerta per contribuire a proteggere i vostri dati dagli attacchi informatici?

Acronis Backup 12.5

Secondo IDC, il mercato della protezione dei dati e dei software di ripristino (il più grande segmento di mercato dei software di archiviazione) crescerà con un tasso di crescita annuale composto (CAGR) del 5,5% in Europa entro il 2021, raggiungendo quota $2,30 miliardi in valuta costante. Il gruppo di ricerca prevede inoltre che la metà delle spese del mercato nel 2017 e 2018 sarà innescata dalle aziende che aggiornano i propri strumenti di protezione dati per renderli conformi al GDPR che entrerà in vigore nel maggio 2018.



Acronis Backup 12.5 è l’unica soluzione di backup sicura al mondo in grado di offrire una protezione completa di tutti i carichi di lavoro in oltre 20 ambienti diversi, tra cui Amazon AWS, Microsoft Azure, VMware, Microsoft, Red Hat, Citrix, Oracle e nei sistemi operativi mobili. Offre gestione dei dati semplice, protezione dati basata su blockchain e una protezione attiva contro i ransomware garantendo la sicurezza dei dati contro le manomissioni e gli attacchi informatici. Questa tecnologia affidabile ha protetto gli utenti dagli attacchi ransomware Wannacry, NotPetya e Bad Rabbit di quest’anno.

Acronis Backup 12.5 Advanced Edition è indispensabile nelle situazioni in cui la velocità di ripristino ha un’importanza critica per l’azienda. Offre il ripristino bare-metal automatico e remoto, la deduplicazione, l’ottimizzazione WAN, la gestione backup off-host nonché i ruoli utente e le deleghe.

Secondo un recente sondaggio, il 90% delle aziende sceglie Acronis Backup 12.5 per la sua affidabilità e l’80% per la facilità d’uso. I risultati sono coerenti con il recente sondaggio Backup Service Survey condotto da IT Central Station, in cui il 70% degli intervistati ha scelto UI semplici e dirette, mentre il 91% ha selezionato il ripristino affidabile come caratteristiche più importanti in un software di backup.

Acronis Backup 12.5, in particolare l’Advanced Edition grazie alle sue capacità avanzate di reporting e gestione dei dati, aiuta le aziende ad assicurare la conformità GDPR. Con Backup 12.5, Acronis detiene il potenziale per far fronte alle sfide in materia di backup, ripristino e protezione dei dati con cui le imprese europee dovranno fare i conti in termini di GDPR, scenari delle minacce variabili e infrastrutture ibride e multicloud”, ha reso noto IDC Market Note.

Acronis Access Advanced introduce una protezione evoluta e controlli accurati nel data sharing mobile

Acronis annuncia Acronis Access Advanced 8.0 – l’ultima versione della soluzione di accesso, sincronizzazione e condivisione dei file mobili dedicata alle imprese.

Acronis Access Advanced 8.0 include nuove funzionalità sviluppate per incrementare la sicurezza, la conformità e la comodità nella protezione dei dati condivisi. Inoltre, aumenta la flessibilità di integrazione con altri applicazioni mobili. Le nuove funzionalità includono l’editing dei file basato su web con Microsoft Office Online, l’editing simultaneo di documenti da parte di più utenti, una condivisione avanzata che fa uso di cartelle nidificate e dotate di permessi indipendenti, il supporto per Microsoft Intune Mobile Application Management (MAM) senza l’iscrizione a Intune MDM, che consente la gestione di app Intune con qualsiasi soluzione MDM, oltre alle feature di creazione di archivi ZIP all’interno della app iOS.

Acronis Access Advanced semplifica la gestione dei dati condivisi pur soddisfacendo i requisiti più severi in materia di condivisione sicura dei file. Inoltre, elimina i rischi correlati all’utilizzo dei servizi di sincronizzazione e condivisione pubblica dei file, come l’impossibilità di selezionare la location di archiviazione dei dati o di monitorare l’attività degli utenti. Soddisfa la richiesta delle compagnie di oggi per un servizio sicuro di accesso, sincronizzazione e condivisione dei file: un risultato confermato da un incremento delle vendite del 200% anno su anno.

Funzionalità principali
Accesso ai client mobili, web e desktop
Crittografia in transito e nel dispositivo
Pieno controllo IT di opzioni e destinatari di condivisione
Editing con Office mobile e creazione di note PDF
Editing basato su web tramite MS Office Online
Estensione del provider per documenti iOS per visualizzare, modificare e risalvare da altre app mobili in comodità
Bloccaggio ed eliminazione in remoto di app mobili
Integrazione con le maggiori piattaforme MAM di MobileIron, BlackBerry, Microsoft e altri

Le nuove funzionalità incluse in Acronis Access Advanced 8.0
Editing sicuro di documenti sensibili con Microsoft Office Online, senza la necessità di scaricarli nei dispositivi terminali
Co-editing in collaborazione di documenti
Microsoft Intune MAM indipendente dal supporto MDM
Flessibilità estesa per sincronizzazione e condivisione di cartelle
Capacità di generazione di archivi ZIP nella app iOS Acronis Access

Acronis True Image 2018: software di backup intelligente con difesa contro i ransomware basata sull’I.A.

Acronis ha lanciato Acronis True Image 2018. La nuova release comprende aggiornamenti fondamentali per le capacità di backup e recovery del programma e rappresenta il primo software di backup personale ad incorporare la tecnologia basata sull’intelligenza artificiale concepita per una protezione attiva dei dati contro i ransomware.

Combinando la difesa anti-ransomware basata sull’intelligenza artificiale (IA), denominata Acronis Active Protection™, con una nuova generazione di potenzialità di backup e ripristino avanzate come la clonazione del disco attivo e la creazione automatizzata di WinPE boot media, Acronis True Image 2018 rappresenta il nuovo standard di “backup intelligente” per utenti privati, famiglie e piccole aziende.

Backup e ripristino affidabili
Nel corso di un sondaggio clienti Acronis a luglio 2017, il 95% degli intervistati ha affermato di scegliere e consigliare Acronis True Image perché i backup sono davvero affidabili. La release del 2018 migliora ancora di più le capacità fondamentali di backup e ripristino, grazie ai seguenti potenziamenti:

· Clonazione del disco attivo: Gli utenti possono creare una replica esatta di un sistema Windows attivo senza arrestare e riavviare i media di boot, per una migrazione ancora più semplice verso un disco più rapido o più grande.

· Una creazione di media aggiornata: Creazione automatica di boot media per un ambiente WinPE, affinché gli utenti possano risolvere rapidamente i problemi di configurazione dei driver e ripristinare i sistemi usando lo stesso o del nuovo hardware.

· Backup continuo sul cloud: Gli utenti possono aggiornare i propri backup mentre lavorano ai file, salvando in sicurezza una versione off-site sul cloud.

· Conversione del drive virtuale: Gli utenti possono testare la capacità di ripristino dei backup full image oppure utilizzare il sistema in un ambiente virtuale Hyper-V per testare varie applicazioni senza incorrere nel rischio di utilizzare il sistema primario, spostamento l’immagine completa del sistema su un altro computer come un drive virtuale.

· Backup incrementali più rapidi: Una velocità fino a tre volte maggiore grazie alla nuova tecnologia Changed-Block Tracker che traccia le modifiche delle immagini in tempo reale.

· Backup mobili automatici su dispositivi NAS: Oltre un quarto degli utenti Acronis dispone di un Network-Attached Storage (NAS) a casa. Ora non dovranno più preoccuparsi di fare un backup del dispositivo mobile, dal momento che il processo si avvia non appena il dispositivo si connette alla stessa rete Wi-Fi del NAS.

Acronis True Image 2018 inoltre soddisfa le esigenze della prossima generazione di utenti ampliando il supporto per i social media con l’esecuzione di backup automatici degli account Instagram, includendo foto, commenti e statistiche, come il numero di like, tag o commenti di un post.

Controllo semplice
Una nuova interfaccia visiva risponde alle preferenze dell’83% dei clienti Acronis che hanno richiesto maggiori informazioni e una veduta d’insieme nei propri backup. Con una visualizzazione grafica dell’attività di backup e delle statistiche, consente agli utenti di gestire i backup senza problemi – tra cui il numero di dati archiviati, le tipologie di dati nell’archivio e lo stato dei backup.

Protezione sicura dei dati
La capacità di ripristinare un sistema o singoli file è di importanza critica dopo un attacco ransomware. Acronis True Image 2018 non solo rende il ripristino automatico, ma compie un passo avanti nella protezione iniziale evitando in primo luogo che il ransomware corrompa i dati dell’utente.
Utilizzando modelli di apprendimento macchina, Acronis Active Protection riconosce le strutture non comuni dell’accesso ai file. Questi modelli sono generati nell’infrastruttura IA cloud dedicata di Acronis, che processa i dati a partire da centinaia di migliaia di processi maligni e legittimi al fine di creare quei modelli. Quei modelli vengono incorporati direttamente in Acronis Active Protection, consentendo ad Acronis True Image 2018 di proteggere i dati di sistema a prescindere, senza l’esigenza di una connessione Internet.

Quando Active Protection rileva un’attività insolita, controlla il processo utilizzando sia l’analisi euristica sia quei modelli di comportamento previsto e imprevisto. Se il processo è identificato come potenzialmente maligno, Acronis True Image 2018 allerta l’utente dell’attività sospetta.

Con un monitoraggio in tempo reale, Acronis Active Protection verifica tutti i processi così da consentire l’esecuzione delle attività autorizzate, al tempo stesso rilevando e arrestando i comportamenti potenzialmente pericolosi. Quindi, se un qualsiasi file viene criptato nel corso di un attacco ransomware, Acronis True Image 2018 ripristina automaticamente i file a partire dal backup.

Mentre i criminali informatici si indirizzano sempre più verso i file di backup per evitare che gli utenti possano ripristinare il sistema senza pagare il riscatto, la tecnologia di Acronis difende specificamente i file di backup e i dati originali. I danni previsti causati dai ransomware si attesteranno a quota $5 miliardi quest’anno, e il sistema unico di autodifesa Acronis per i file di backup, con Acronis True Image 2018, garantisce che i dati degli utenti rimarranno inalterati.

Oltre il 60% dei clienti Acronis ha affermato in un sondaggio di essere preoccupato per gli attacchi ransomware. Una nuova Security Dashboard fornisce agli utenti visibilità completa su Acronis Active Protection: è una garanzia del fatto che i propri dati sono protetti. Consente loro di tracciare il numero dei processi contrassegnati come potenzialmente pericolosi, vedere quali sono stati bloccati e gestire una whitelist di applicazioni affidabili.