Categories
aruba

Aruba: due nuovi data center nel campus di Ponte San Pietro

Aruba festeggia il terzo anno di Global Cloud Data Center, il più grande data center campus d’Italia di oltre 200.000 m², d’impronta ecologica e dotato delle più moderne tecnologie, inaugurato a Ponte San Pietro (Bergamo) il 5 ottobre 2017.
In occasione dell’anniversario del campus, l’azienda ha deciso di ufficializzare i lavori di ampliamento che hanno coinvolto l’intera area e porteranno all’imminente attivazione di altri due data center, denominati DC-B e DC-C.
Nel dettaglio, il DC-B disporrà di una potenza di 9 MW, ripartita tra tre grandi sale. Il DC-C, invece, sarà un data center multipiano con 4 sale dati poste su due livelli, ed una potenza a regime di 8 MW. I lavori del DC-B
saranno ultimati entro la prima metà del 2021, mentre quelli relativi al DC-C entro la prima metà del 2022.
I nuovi moduli, andranno ad affiancarsi al DC-A, il primo dei data center inaugurati all’interno del campus, che dispone di 10 sale dati, ormai quasi totalmente utilizzate. Con i due nuovi moduli, la superficie destinata ai data center nel campus diventa di 80.000 m² di cui oltre 23.000 m² dedicati alle sale dati.
Nell’ottica di potenziare ulteriormente la capacità di produzione di energia in loco, che garantisce il massimo dell’efficienza, i due nuovi moduli DC-B e DC-C saranno rivestiti da impianti fotovoltaici di nuova generazione sia sulle pareti che sulle coperture. Inoltre, entro i prossimi tre mesi, sarà ultimato un nuovo impianto fotovoltaico sul tetto del DC-A, che andrà ad aggiungersi all’impianto già in funzione sulla parete sud. In aggiunta, sarà installata una terza turbina all’interno della centrale idroelettrica.
Grazie a queste novità, l’energia pulita autoprodotta all’interno del campus stesso arriverà ad un totale di circa 6 MW.

Categories
WD

Velocità e portabilità con SanDisk Extreme portable SSD

Western Digital annuncia le due nuove unità SanDisk ® portable SSD capaci di raggiungere una velocità di circa due volte superiore rispetto alle generazioni precedenti. SanDisk Extreme ® e SanDisk Extreme Pro ® portable SSD sono state appositamente progettate per rispondere alle odierne esigenze di gestire contenuti di alta qualità. Fotografi professionisti, operatori video e appassionati cercano soluzioni affidabili con livelli di performance e di velocità sorprendenti.
Disponibili con capacità fino a 2TB, le nuove unità NVMe™ sono ideali per creare contenuti straordinari o acquisire e trasferire filmati video in 4K e 8K con facilità. L’unità di punta SanDisk Extreme Pro portable SSD si presenta con uno chassis in alluminio che consente di mantenere temperature basse anche durante carichi di lavoro pesanti e un involucro in silicone per resistere ai ritmi della produzione. Queste unità inoltre garantiscono che i contenuti siano al sicuro grazie alla protezione con password e al sistema di crittografia hardware AES a 256-bit 2 .

Resistenza e ottimi livelli di prestazioni SSD

Progettate per uso professionale, le nuove unità SanDisk portable SSD sono state pensate per gestire i compiti più sfidanti – a casa, in ufficio o in qualsiasi altro luogo. SanDisk Extreme portable SSD è ideale per tutti coloro che necessitano di un prodotto che sia veloce, durevole e con alta capacità di memoria, mentre l’unità SanDisk Extreme PRO è stata progettata per professionisti che hanno bisogno di livelli di performance superiori e di un’unità che li possa seguire ovunque vadano.

Caratteristiche principali

● SanDisk Extreme Portable SSD o Unità portatile ad alta capacità con prestazioni SSD NVMe, velocità di lettura fino a 1050MB/s e velocità di scrittura fino a 1000MB/s perfetta per creare contenuti straordinari o acquisire riprese video incredibili.
o Per garantire una durata maggiore, l’unità è dotata di protezione dalle cadute fino a due metri e di certificazione IP55 per la resistenza all’acqua e alla polvere 3 .
o Il guscio esterno in silicone offre una sensazione piacevole al tatto e una
protezione ulteriore.
o Protezione dei contenuti con sistema di password e un’avanzata crittografia hardware AES a 256-bit
● SanDisk Extreme PRO Portable SSD
o Risparmia tempo nell’archiviazione e nel trasferimento di dati con le straordinarie performance SSD NVMe che raggiungono una velocità fino a 2000MB/s in lettura e scrittura.
o Lo chassis in alluminio agisce come un dissipatore di calore per consentire di raggiungere e mantenere velocità elevate senza surriscaldare l’unità.
o La protezione da cadute fino a due metri e la certificazione IP55 3 rende l’unità abbastanza resistente da affrontare qualsiasi avventura. Lo chassis in alluminio e il guscio in silicone offrono una sensazione piacevole al tatto e un’ulteriore protezione.
o Protezione dei contenuti con sistema di password e un’avanzata crittografia hardware AES a 256-bit

Grazie al pratico passante per moschettone è possibile fissare l’unità alla cintura o allo zaino.
Le nuove unità sono compatibili con PC e Mac. Oltre a trasferire i contenuti su PC o laptop, i nuovi prodotti consentono agli utenti di eseguire il backup dei dati presenti su mobile in maniera rapida e semplice grazie alla compatibilità con una serie di smartphone con USB Type-C™.

Categories
Pure Storage

FlashArray//C di seconda generazione by Pure Storage

Pure Storage ha annunciato la seconda generazione di FlashArray//C, la soluzione che abbatte i costi dei workload ad alta capacità in modo talmente netto da eliminare la necessità di mantenere i vecchi array ibridi su disco. Unico storage array all-QLC esistente, FlashArray//C si basa sulla tecnologia Pure DirectFlashTM e sulla piattaforma software Purity per fornire prestazioni e funzionalità di livello enterprise in modo conveniente segnando un’ulteriore tappa lungo la vision con cui Pure intende diffondere la tecnologia flash per qualsiasi caso di utilizzo attraverso tutta la propria gamma di prodotti e soluzioni.

Per rispondere alle sfide odierne, le aziende devono concentrarsi tanto sull’innovazione quanto sull’eccellenza operativa promuovendo l’efficienza con l’obiettivo di ottimizzare il capitale umano e finanziario affinché possa essere investito in uno scenario caratterizzato da esigenze del tutto inedite. Eppure, finora, a causa delle limitazioni che lo storage legacy provoca in termini sia economici che di performance, le organizzazioni IT sono state costrette a distinguere tra i workload orientati alle prestazioni e tutto il resto. Il risultato? Data center sommersi da complessità e incompatibilità con costi di hardware, software, manutenzione e formazione che potrebbero essere evitati.

Con la seconda generazione della soluzione FlashArray//C, Pure estende il proprio vantaggio QLC proponendo il primo e unico flash array all-QLC di livello enterprise che trasforma QLC in un supporto a lunga durata con costi del 30% inferiori rispetto agli storage array ibridi di dimensioni simili attualmente reperibili sul mercato. FlashArray//C è disponibile con moduli QLC DirectFlash da 24,7TB e da 49TB (la capacità più elevata oggi sul mercato) con il TCO più basso possibile. Questa soluzione rende accessibile l’approccio all-flash anche in quelle casistiche di utilizzo che in precedenza erano relegate ai dischi tradizionali o a soluzioni ibride poco efficienti, come backup e protezione dati, ambienti test/dev e consolidamento di workload.

Il business moderno richiede rapidità di accesso a tutti i dati indipendentemente dal fatto che le applicazioni e i workload siano di tipo mission-critical piuttosto che capacity-oriented. Il portafoglio Pure FlashArray semplifica e razionalizza enormemente le operazioni IT permettendo ai clienti di mantenere tutti i dati su una piattaforma di data service agile – con FlashArray//C per i workload capacity-oriented e FlashArray//X per quelli che invece richiedono prestazioni intensive, e in cloud con Cloud Block Store. Data service comuni all’intera piattaforma FlashArray rendono facile e veloce l’accesso, la gestione e la protezione dei dati attraverso molteplici workload, aree geografiche e cloud. Convogliando in un’unica risorsa tutti i dati associati ai casi di utilizzo ad alta capacità (come backup store e consolidamento di workload) e a quelle ad alte prestazioni (come database cloud-nativi), le aziende possono ottenere valore di business applicando potenti funzionalità di analytics sull’intera piattaforma mediante API comuni, monitoring e supporto di altissimo livello.

FlashArray//C, uno dei prodotti a più rapida crescita all’interno del portafoglio Pure, permette ai clienti di consolidare i workload e semplificare lo storage con prestazioni all-flash costanti ed economicamente competitive. Sostituire sistemi a disco e ibridi con FlashArray//C significa abbattere i costi di spazio su rack, alimentazione, raffreddamento, operazioni e manutenzione, mentre la disponibilità di storage ad alta capacità e basso costo permette alle aziende di spostare le risorse IT dalle operazioni di routine alla fornitura di nuovi servizi.

Pure FlashArray//C offre:
•          Un’esperienza di livello enterprise senza compromessi: come tutti i prodotti della gamma FlashArray, anche il modello all-QLC FlashArray//C è pensato per una disponibilità superiore al 99,9999% con Pure1® per la gestione dei dati in cloud, automazione via API e supporto predittivo basato su AI. La tecnologia QLC di livello enterprise offre una durata costante e performance sostenute senza bisogno di storage class memory, software per wear leveling o overprovisioning.
•          Una piattaforma trasparente per tutti i workload: le aziende possono implementare FlashArray//X e FlashArray//C come soluzione completa per tutti i casi di utilizzo sia capacity che performance-oriented riducendo significativamente le necessità a livello di staff o formazione, aumentando l’agilità IT e consentendo di utilizzare il medesimo sistema operativo storage per tutti i workload. Tutti i dati, workload, controlli operativi e report sono disponibili all’interno di un’unica risorsa centrale.
•          Modelli di consumo flessibili e sostenibili: FlashArray//C è realizzato secondo l’approccio Evergreen™ che prevede aggiornamenti hardware e software trasparenti senza migrazioni di dati offrendo un modo economicamente conveniente per sostenere un’infrastruttura per un arco di tempo di almeno dieci anni o più. Grazie a Pure-as-a-Service, i clienti possono vivere un’esperienza cloud associata a un modello pay-as-you-go.

Categories
Atempo

Atempo Miria supporta completamente il file system distribuito Lustre

Il software Atempo Miria, in Italia presente tramite lo storico VAD Maleva, per aiutare a spostare, migrare, proteggere e archiviare grandi quantità di dati è ora in grado di supportare completamente il file system distribuito Lustre. Lustre, il cui nome è una fusione di Linux e Cluster, è uno speciale file system nato per supportare reti di cluster di decine di migliaia di nodi e petabytes di dati da immagazzinare, senza compromettere la velocità e la sicurezza.

Grazie a questa nuova importante funzionalità Atempo Miria sta divenendo un software di riferimento negli importanti settori dell’High Performance Computing (HPC) e dei Big Data necessari soprattutto nella ricerca. Ricerca nel senso più ampio del termine come la metereologia, il settore energetico, la simulazione, etc; dove è importante la velocità di calcolo con moli elevatissime di dati e per queste ragioni si usano speciali file system distribuiti come Lustre.

In UK uno dei più conosciuti progetti di ricerca è ExCALIBUR (Exascale Computing Algorithms & Infrastructures Benefiting UK Research) ed il supporto tecnologico di Atempo sta diventando fondamentale grazie ad Atempo Miria ed al supporto di Lustre.

We are delighted to welcome Atempo to the Technology Providers Panel. One of the ExCALIBUR pillars is Data Science which we anticipate will include researching workflows to manage and analyze vast volumes of simulation data. Atempo will provide invaluable input on managing and moving supercomputer generated data workflows.” Dr Jeremy Yates, UCL, Co-director of ExCALIBUR H&ES.

Categories
HPE

Storage entry-level HPE Modular Smart Array (MSA)

Hewlett Packard Enterprise (HPE) ha annunciato la nuova generazione di HPE Modular Smart Array (MSA), HPE MSA Gen 6, che aiuta le piccole e medie imprese (PMI) a concentrarsi sulla crescita del proprio business con una soluzione storage entry-level hybrid-flash che offre prestazioni e automazione per i piccoli budget.

Nell’odierna economia digitale, la capacità di spesa in tecnologia è limitata per la maggior parte delle PMI. Con HPE MSA queste imprese possono salvaguardare la liquidità con una soluzione storage entry-level aggiornata e che continua a migliorare grazie a nuovi data services e un’architettura moderna. HPE MSA consente inoltre alle PMI di garantire che i loro dati più preziosi siano protetti e facilmente accessibili ai dipendenti, indipendentemente dal luogo di lavoro. Grazie a questi nuovi data services e alla sua architettura, HPE MSA consente ai clienti che forniscono attività on-demand – come lo streaming dei media e la formazione online – di gestire più facilmente le loro applicazioni distribuite e i workload.

Gli aggiornamenti di HPE MSA offrono vantaggi che aiutano a soddisfare le esigenze delle PMI, tra cui il tiering automatico per un accesso più rapido ai dati, un migliorato strumento MSA Health Check che elimina le cause più comuni di downtime e l’integrazione con HPE Cloud Volumes Backup per il backup cloud e l’archiviazione dei dati. Le nuove funzionalità includono:

·        Hands-free tiering che offre un’efficienza del workload con prestazioni migliorate e latenze inferiori. Questa caratteristica aumenta le prestazioni fornite di 2 – 4 volte rispetto alle configurazioni di soli hard disk drive (HDD) e consente all’array di rispondere ai cambiamenti dei carichi di lavoro utilizzando una piccola quantità di unità a stato solido (SSD). Questa caratteristica sposta i dati più utilizzati sui supporti più veloci in tempo reale, consentendo ai clienti di massimizzare più efficacemente le prestazioni degli SSD e la capacità degli HDD in base alle esigenze del workload.
·        Un nuovo livello di protezione dei dati in-array con il nuovo MSA Data Protection Plus (MSA DP+). Questa capacità di protezione si estende a tutte le unità ed elimina i ricambi degli HDD inattivi per migliorare l’efficienza e le prestazioni complessive del sistema. In caso di guasto di un drive, MSA DP+ velocizzerebbe i tempi di ricostruzione di 25x, minimizzando drasticamente il tempo in cui l’array si trovava in uno stato di deterioramento o di vulnerabilità.
·        Migliorato lo strumento MSA Health Check che elimina le cause comuni dei tempi di fermo macchina. Con questo strumento, i dati mostrano che il 76% delle chiamate di supporto HPE MSA saranno eliminate per i clienti che utilizzano la funzionalità MSA Health Check in modo proattivo. Questo strumento cloud-base riduce i costi amministrativi locali grazie alla ricerca di problemi noti nei dati dei sensori e al rispetto delle best practice, migliorando la user experience e massimizzando la disponibilità.
·        Integrazione con HPE Cloud Volumes Backup per fornire ai clienti un percorso semplice ed economico verso la protezione dei dati basati sul cloud, risparmiando al contempo su un dispositivo di backup separato. Le PMI possono iniziare immediatamente il backup nel cloud con HPE Cloud Volumes Backup, un servizio integrato di backup nel cloud aziendale che utilizza HPE Recover Manager Central, senza modificare i workload di backup esistenti. I servizi cloud HPE Cloud Volumes Backup sono ora disponibili anche attraverso HPE GreenLake.