SANsymphony Software-Defined Storage e DataCore Hyper-converged Virtual SAN certificati VMware vSphere Metro Storage Cluster

DataCore ha annunciato che i suoi prodotti SANsymphony™ Software-Defined Storage e DataCore™ Hyper-converged Virtual SAN sono stati verificati come configurazioni compatibili con VMware vSphere Metro Storage Cluster. Una configurazione VMware vSphere Metro Storage Cluster (vMSC) è una soluzione certificata vSphere che unisce la replica con il clustering basato su batterie di storage. Queste configurazioni, definite comunemente come cluster di storage “allungati” o cluster di storage metropolitani, sono tipicamente adottate in ambienti dove evitare disaster recovery e downtime è requisito indispensabile.

La migliore strategia per garantire uptime senza interruzioni comincia con l’esecuzione del mirroring di copie identiche dei dati tra due luoghi diversi, idealmente a una certa distanza l’uno dall’altro. La semplice divisione in cluster dei server non è sufficiente a offrire adeguata protezione, in particolare se le batterie di storage condiviso su cui si basano sono vulnerabili in caso di problema che coinvolga l’intero sito. L’architettura vMSC permette ai sottosistemi di “allungare” lo storage e la rete fino a coprire due siti.

Una soluzione ancora migliore incorpora i cluster a elevata disponibilità di vSphere con i prodotti SANsymphony Software-Defined Storage o DataCore Hyper-converged Virtual SAN. SANsymphony è particolarmente adatto quando i server vSphere dipendono da una SAN esterna e i cluster vi accedono via iSCSI o Fibre Channel. Quando invece si sfrutta una configurazione iper-convergente mantenendo lo storage fisico all’interno dei server, DataCore Hyper-converged Virtual SAN è la soluzione ideale.