Red Hat Storage Server 2.0

Red Hat ha annunciato la disponibilità a livello globale di Red Hat Storage Server 2.0, la soluzione software di storage scale-out open source dell’azienda per la gestione di dati non strutturati. Red Hat Storage Server 2.0 trasforma il mercato dello storage enterprise e cloud combinando – per la prima volta – l’innovazione generata dalla community con le economie di scala dei server x86 in ambienti on-premise, cloud o ibridi.

In tutti i settori industriali, i volumi di dati non strutturati – che vanno dai contenuti di social media, testi ed email fino a immagini, video e file audio – stanno esplodendo come conseguenza della digitalizzazione, della mobilità e di un mondo sempre più connesso, superando drasticamente la crescita dei dati strutturati. Entro il 2020, è prevista una crescita dei dispositivi e sensori connessi a Internet che raggiungerà i 50 miliardi,1 una previsione che supporta la stima di IDC secondo cui il volume totale del digital universe – formato al 90% da dati non strutturati pari a 1,8 zettabyte nel 2011 – aumenterà di un fattore di 50 nel 2020.2 Poiché il volume dei dati non strutturati continua a crescere, le organizzazioni stanno affrontando la sfida che comporta sia la gestione sia dell’IT che dei dati, e le soluzioni storage hardware proprietarie e rigide a codice chiuso potrebbero non essere attrezzate per aiutare le aziende a gestire tali difficoltà in maniera efficiente in termini di costi o scalabilità. Continue reading “Red Hat Storage Server 2.0”