Il Data Center del futuro secondo STULZ, Riello UPS e Aruba

Riunite presso la prestigiosa sede Ducati di Borgo Panigale (BO), STULZ, Riello UPS e Aruba hanno dato vita ad un interessante confronto sull’efficienza energetica all’interno dei Data Center, tema sul quale le tre aziende hanno fortemente investito negli ultimi anni, creando importanti sinergie tra loro.

Dopo il discorso di benvenuto a cura dei direttori commerciali di STULZ Alessandro Polce e di Riello UPS Salvatore Moria, i progettisti e IT Manager ospiti dell’evento hanno assistito alla presentazione delle ultime soluzioni tecnologiche sviluppate dalle due aziende per migliorare l’efficienza energetica nei Data Center del futuro, come quello sviluppato da Aruba alle porte di Milano.

A conclusione delle presentazioni, gli ospiti hanno potuto visitare la produzione e il museo Ducati, casa motociclistica che accomuna le tre aziende, sponsor del team Ducati Superbike (Aruba e STULZ) e Ducati MotoGP (Riello UPS).

Aruba Cloud Bare Metal Backup

Data CenterAruba ed Acronis annunciano la disponibilità del nuovo servizio Aruba Cloud Bare Metal Backup, che consente alle aziende di effettuare backup completi delle proprie macchine virtuali Private Cloud tramite un pannello web semplice e intuitivo. Il nuovo servizio di backup è basato su immagini remotizzate, tecnologia leader di Acronis.

Il servizio Cloud Bare Metal Backup di Aruba lavora a livello dell’hypervisor di virtualizzazione, evitando l’installazione di agenti di backup a bordo delle singole Virtual Machine da proteggere. Il servizio Cloud Bare Metal Backup può essere utilizzato in modo complementare con il servizio Cloud Backup di Aruba, insieme al quale permette di ottenere una protezione totale delle Virtual Machine, fisica, virtuale e applicativa.

Il nuovo servizio backup è basato su AnyData Engine di Acronis ed ha lo scopo di rendere più facile il backup delle vApp e delle virtual machine (VM) per le aziende tramite un pannello web semplice che permette agli utenti business un controllo completo, che comprende:
• impostazione della periodicità e della persistenza preferita
• pianificazione del ripristino, sia dell’intera macchina sottoposta a backup che dei singoli file in essa contenuti
• riconfigurazione di virtual machine ripristinate, modificandone parametri come rete, host name, CPU e memoria, o decidendo di clonarle su di una nuova vApp.

Il servizio viene erogato con la granularità della singola Virtual Machine e comprende 200 GB di spazio per ciascuna macchina. La tecnologia di backup si integra direttamente con l’hypervisor del servizio Private Cloud e con i meccanismi di protezione offerti da VMware per garantire consistenza e prestazioni. E’ presente anche l’integrazione nativa con VSS di Microsoft (attraverso i VMware tool) per assicurare la consistenza applicativa.

Con il nuovo servizio, Aruba mette a disposizione dei propri clienti Private Cloud due differenti canali di assistenza: sia telefonica che via Ticketing System.