Andrea Massari, Country Manager di Magirus Italia, risponde alle due domande di S&B

magirus-logo.jpgAndrea Massari, Country Manager di Magirus Italia, risponde alle due domande di Storage & Backup

In anni difficili la strategia più frequente è consolidare il “core business” aziendale. Quali sono i pilastri fondamentali della Vostra società nel settore Storage & Backup?

La filosofia di Magirus nel mercato storage è sempre stata quella di concentrarsi su un numero ristretto di marchi che consenta al contempo una significativa presenza sul mercato e un elevato livello di focalizzazione e competenza.
Attualmente l’offerta Magirus gestita nella Sales Unit Storage è composta dai brand EMC, CommVault e Data Domain, tre aziende leader del settore con un ampio portafoglio di prodotti, servizi e formazione. E’ poi da sottolineare la crescente importanza della virtualizzazione come generatore di opportunità nell’ambito del consolidamento e back up; Magirus grazie alla distribuzione di VMware e di una serie di vendor del suo ecosistema tecnologico (Vizioncore, Datacore, Double Take) è il fornitore ideale per questo tipo di progetti a elevata complessità.
Andrea Massari Continue reading “Andrea Massari, Country Manager di Magirus Italia, risponde alle due domande di S&B”

LaCie Big Disk Network e LaCie d2 Network

lacie-logo_0.gifLaCie annuncia la disponibilità di due nuove soluzioni per lo storage NAS (Network Attached Storage) a elevata capacità, denominate rispettivamente LaCie Big Disk Network e LaCie d2 Network, ottimizzate per consentire agli utenti di memorizzare, condividere ed eseguire il backup di file in modo istantaneo da qualunque PC o Mac su reti cablate o wireless.
LaCie d2 rack Continue reading “LaCie Big Disk Network e LaCie d2 Network”

Alessandro Caruso, Regional Sales Manager Italy di SanDisk, risponde alle due domande di S&B

Alessandro Caruso, Regional Sales Manager Italy di SanDisk, risponde alle due domande di Storage & Backup

In anni difficili la strategia più frequente è consolidare il “core business” aziendale. Quali sono i pilastri fondamentali della Vostra società nel settore Storage & Backup?

Senza dubbio ci troviamo in momenti difficili a causa del cattivo andamento dell’economia mondiale, momenti in cui SanDisk continua a mantenere la propria leadership mondiale sulla gamma di prodotti flash. SanDisk detiene innumerevoli brevetti che hanno segnato e continueranno a influenzare i trend e l’evoluzione dell mondo dello storage su memoria flash.

Continuiamo a investire una buona parte dei nostri ricavi per la ricerca e sviluppo e siamo convinti proprio l’investimento in ricerca innovazione sia un elemento fondamentale per continuare a mantenere una forte presenza sul mercato; infatti proprio lo sforzo sostenuto nella ricerca ci ha permesso nel 2005 di brevettare le ormai diffusissime MicroSD.
Alessandro Caruso

Per rispondere quindi alla sua domanda in estrema sintesi, posso confermare che manterremo il nostro focus su tutta la gamma di storage su flash, grazie all’introduzione di tecnologie che permettano di portare una concreta innovazione in questo segmento di mercato. Continuiamo a puntare poi sempre sul mercato delle PenDrive USB che ha già portato a SanDisk grossi risultati in termini di quote di mercato. E infine manteniamo alta la nostra attenzione verso il mondo “mobile” e quindi alle schede dedicate al mondo della telefonia come appunto le MicroSD: infatti si tratta di un mercato potenzialmente enorme se si pensa che una grossa percentuale di telefoni cellulari prodotti prevede lo slot di alloggiamento della memoria. In questo segmento di mercato, in particolare, continueremo la nostra missione di “educazione” dell’utente finale per spiegare quali siano le potenzialita’, i vantaggi e le nuove funzionalità che il cellulare può concretamente offrire al utente grazie all’uso delle memorie.

Per anticipare la ripresa, su quali idee/prodotti innovativi nel settore Storage & Backup state puntando per anticipare la concorrenza in nuovi settori di mercato?

Abbiamo introdotto di recente una nuova gamma di penne USB chiamata appunto “BackUp” che consente, tramite un software in dotazione, di effettuare il backup di tutti i file o cartelle del computer. La peculiarita’ di questo nuovo modello di chiave USB e’ nella presenza di un piccolo bottone che permette all’utente di far partire immediatamente il proprio backup personale. E’ uno strumento molto utile perche’ offre la possibilita’ all’utilizzatore finale di avere un prodotto pronto all’utilizzo per il proprio backup nelle dimensioni contenute di una chiavetta USB. Quando si parla di backup e di salvataggio dei dati critici, si entra in un tema molto sensibile: infatti, purtroppo a causa di pigrizia o di semplice dimenticanza o distrazione, l’abitudine di effetturare il backup frequentemente non e’ ancora comune a tutti. Con questo prodotto siamo convinti che l’utente non abbia nessun tipo di impendimento nell’effettuare il backup in modo estremamente semplice e immediato, infatti gli basterà premere un solo tasto. La chiave USB BackUp parte da una capacita’ di 8GB e raggiunge un massimo di 64GB.

Un altro settore in cui SanDisk sta puntando particolarmente e’ il nuovo segmento dei Solid State Drive. E’ un mercato nuovo che vede protagonista la tecnologia flash in sostituzione degli hard disk a stato meccanico. E’ un mercato ancora in evoluzione ed in continua crescita: infatti al momento questa tecnologia viene esclusivamente utilizzata in ambito OEM ma non si esclude a breve anche un utilizzo in ambito retail.

SanDisk
www.sandisk.com

La compagnia assicurativa cinese CCIC sceglie Riverbed

riverbed-logo_0.gifRiverbed Technology, l’azienda che offre soluzioni per incrementare le performance dell’infrastruttura IT aziendale per le reti, le applicazioni e gli apparati di storage, annovera tra i suoi clienti China Continent Property & Casualty Insurance Company Ltd. (CCIC), una delle prime cinque compagnie di assicurazione in Cina, che ha scelto e installato le soluzioni di Riverbed per l’ottimizzazione delle WAN, tra cui le appliance Steelhead, il software Steelhead Mobile e la Central Management Console (CMC). Grazie a Riverbed, CCIC ha migliorato significativamente le prestazioni applicative, riducendo nel contempo l’utilizzo della banda di oltre il 70%, che si è tradotto nella possibilità di aggiungere applicazioni senza incorrere in ulteriori spese per la capacità trasmissiva. Continue reading “La compagnia assicurativa cinese CCIC sceglie Riverbed”

Data center virtuali e cloud: 5 domande a Riccardo Di Blasio, country Manager EMC Italia

emc-logo_0.jpgNel giro di pochi giorni, EMC ha compiuto una serie di annunci all’insegna del Cloud e del Virtual Data Center: adesione all’Unified Computing System di Cisco con un ruolo altamente strategico, collaborazione per iniziative specifiche sul mercato italiano con Cisco e VMware e, infine, annunci di integrazione e nuovi prodotti per l’ambiente VMware vSphere 4. Riccardo Di Blasio, amministratore delegato e country manager di EMC Italia, commenta i nuovi annunci
Riccardo Di Blasio Continue reading “Data center virtuali e cloud: 5 domande a Riccardo Di Blasio, country Manager EMC Italia”