Clustered Data ONTAP 8.2: l’era del software-defined storage

Clustered Data ONTAP 8.2 abbatte i limiti di performance, disponibilità ed efficienza dei tradizionali silos di hardware, permettendo all’IT di allineare l’infrastruttura storage alle mutevoli richieste del business e delle applicazioni, senza alcuna interruzione nel servizio.

Funzionalità leader di settore presenti in Clustered Data ONTAP:
● Operazioni senza interruzioni con un’affidabilità superiore al 99,999% per l’accesso continuo ai dati nel corso di downtime programmati e per il bilanciamento dinamico del carico senza migrazioni di dati, che spesso generano interruzioni.
● Perfetta scalabilità con fino a 69 PB di storage e 24 nodi, 49.000 LUN, 12.000 volumi NAS per supportare più di 100.000 clienti e un singolo container che può raggiungere i 20 PB.
● Efficienza di storage e operativa comprovata all’interno di un’architettura unificata e multi-tenant in grado di soddisfare le esigenze di imprese di qualsiasi dimensione.

[ad#lb]

Principali funzionalità aggiunte e miglioramenti:
● Modelli di adozione flessibili e convenienti, incluse configurazioni a nodo singolo e senza switch che permettono il dimensionamento delle infrastrutture senza interruzioni e on-demand.
● Qualità del servizio granulare per poter indirizzare i livelli di servizio relativi alle performance applicative in ambienti multi-tenant e multi-workload per SAN e NAS.
● Backup D2D di NetApp® SnapVault®: la compressione e i risparmi legati alla deduplica si preservano sulla rete e i ripristini di dataset, applicazioni e macchine virtuali nell’ordine di PB sono subito disponibili.
● Le Storage Virtual Machine (SVM) supportano operazioni software-defined e consentono una maggiore agilità nella misura in cui forniscono servizi a partire da risorse hardware eterogenee, unite in un pool di storage.
● Ambienti virtuali Microsoft potenziati con supporto integrato per SMB3.0 e ODX, offrendo gestione, scalabilità e agilità superiori per Microsoft Windows 2012 Hyper-V.
● Infrastrutture condivise e ambienti cloud ibridi VMware migliorati, con supporto esteso ad API VMware vSphere® Storage, Horizon™ Suite e vCloud® Suite.
● Accesso continuo ai dati in fase di upgrade dei controller.
● Supportati i più recenti protocolli dello storage, inclusi SMB 3.0, pNFS v4.1, iSCSI, FCoE e Fibre Channel.
● Nuovi servizi di valutazione, migrazione e ottimizzazione. Sono stati inoltre migliorati i servizi di implementazione.
● Migliorati l’automazione e il monitoraggio di NetApp OnCommand® Management Suite

Il Software-Defined Storage (SDS) è un tassello dell’emergente modello SDDC (Software-Defined Data Center). L’accento è posto sul tema dell’agilità nell’erogazione di servizi IT agli owner delle applicazioni, migliorando l’efficienza operativa e l’efficienza nell’utilizzo delle risorse IT. Analogamente a ciò che avviene con le macchine virtuali e in generale con la virtualizzazione del server, Clustered Data ONTAP astrae lo storage fisico in un insieme di Storage Virtual Machine (SVM, precedentemente conosciute come Vserver). Ciò permette a NetApp di fornire servizi storage nativamente multi-tenant e basati su policy tramite API programmabili e integrazioni con le applicazioni. Clustered Data ONTAP è la prima soluzione storage e di gestione dei dati che rende reale la promessa dell’SDS.
I miglioramenti alla qualità del servizio e alla protezione dei dati aiutano l’IT ad automatizzare il provisioning applicativo in base al livello di servizio e a concretizzare benefici operativi facendo leva su sicurezza e delega preimpostate e basate su policy. Queste funzionalità permettono all’IT di dimensionare l’infrastruttura in modo da adattarla ai bisogni del business, di diminuire il costo di esecuzione delle applicazioni e di innalzare i livelli di efficienza operativa.

Clustered Data ONTAP rappresenta un’importante opportunità per i provider di private e public cloud.
L’architettura unificata del software supporta un’ampia varietà di carichi di lavoro, da quelli più impegnativi a quelli più particolari in ambienti virtualizzati, in ambienti NAS a scalabilità orizzontale e per applicazioni aziendali. Nel corso dell’ultimo anno società di tutti i settori hanno adottato Clustered Data ONTAP, il che ha portato a quadruplicare i nodi e a una crescita delle implementazioni del 100% di trimestre in trimestre. I cloud provider, la cui reputazione dipende dal funzionamento continuo delle operazioni, stanno centralizzando la gestione del data center grazie a FlexPod® di NetApp e Cisco con Clustered Data ONTAP.

Storage-Backup.com