Consigli utili per evitare la perdita di dati

Per garantire la pulizia dei file non necessari dal computer senza causare la perdita di dati importanti, prendere le seguenti precauzioni:

Verifica il backup: prima di eliminare file e cartelle non necessari dal disco fisso, verificare che il backup funzioni correttamente. In un sondaggio fatto nel 2014 con i clienti Kroll Ontrack che hanno sperimentato la perdita di dati, il 65% degli intervistati in realtà aveva una soluzione di backup attiva al momento della perdita di dati, ma il software di backup non era programmato per essere eseguito in automatico, o un file importante è stato perso prima di eseguire un backup pianificato. Pertanto, prima di eliminare qualsiasi file:

Assicurarsi che il backup venga eseguito regolarmente secondo il programma stabilito.
Controllare il report di backup per avere indicazioni di errore o fallimento.
Provare il backup prima di pulire il computer per avere la garanzia che tutti i dati siano stati accuratamente salvati e i file siano intatti.
Avere una strategia di pulizia dei dati: Per fortuna, la grande capacità dei dischi fissi di oggi offre una maggiore flessibilità per mantenere un volume maggiore di dati senza comprometterne le prestazioni. Infatti, la capacità del disco per i lavori di recupero dati di Kroll Ontrack nel 2014 è stata in media di un terabyte, con un aumento del 185% negli ultimi cinque anni. Per questo motivo, per il National Clean Out Your Computer Day un approccio organizzato nell’eliminazione dei dati piuttosto che un’eliminazione di massa è sicuramente utile e opportuno.

Iniziare con il desktop: Salvare file sul desktop è facile e veloce, ma è un modo inefficace per organizzare i file e le cartelle. Prendetevi un momento per spostare i file presenti sul desktop in cartelle di documenti organizzate con logica per migliorare le prestazioni (operazione questa che vi aiuta anche a trovare quello che state cercando!).
Controlla la tua email: Per molti, le cartelle “posta inviata” e “posta cancellata” sono diventate una forma di sicurezza, dove c’è la prova dei file inviati e ricevuti. Eppure, ci sono un sacco di e-mail che sono inutili e possono rallentare il sistema. Iniziate con l’ordinamento per “dimensione” eliminare le mail inutili che occupano più spazio sul disco, poi ordinatele per “tipo” per cancellare le superflue risposte “Fuori sede”, e poi da “a” per eliminare i messaggi di spam e quelli non importanti.
Non create molte cartelle: con le migliorate capacità di ricerca, non è più necessario creare una struttura di cartelle per organizzare i file. Impostare brevi informazioni logiche con una nomenclatura coerente, e utilizzare la ricerca per trovare le informazioni di cui avete bisogno. È molto semplice ed è meglio.
Se i file vengono eliminati accidentalmente nel processo di pulizia del computer, strumenti fai da te, come ad esempio Ontrack EasyRecovery, offrono agli utenti domestici e alle imprese una soluzione molto efficace e facile da usare per affrontare la situazione.