Gianni Altamura, Country Manager Italia Ipanema Technologies, risponde alle due domande di S&B

ipanema_logo.pngGianni Altamura, Country Manager Italia Ipanema Technologies, risponde alle due domande di Storage &Backup

In anni difficili la strategia più frequente è consolidare il “core business” aziendale. Quali sono i pilastri fondamentali della Vostra società nel settore Storage & Backup?

Per poter analizzare a fondo e in modo puntuale quali siano i pilastri fondamentali della nostra tecnologia tipicamente conosciuta in ambito Networking è quella di fare una premessa su cosa stai succedendo in ambito globale alle aziende di tipo Enterprise che sono alle prese, ancora in modo più consistente rispetto al passato, con la risoluzione di problematiche di Consolidamento, di Saving dei Costi e di uniformarsi alle direttive del “fantomatic” Green IT.
Il reindirizzamento di migliaia di utenti da una sede principale a una secondaria rappresenta un enorme spostamento in termini di mix di traffico sulla WAN che i meccanismi tradizionali di QoS quali la Classe di Servizio MPLS non possono fronteggiare. I datacenter aziendali tipicamente non si limitano a uno e il risultato è che i flussi su WAN sono intersecati. I flussi intersecati sono difficili da gestire in condizioni normali e nella maggior parte dei casi impossibili da controllare quando avvengono cambiamenti così massicci, che conducono a comportamenti imprevedibili dei flussi essenziali per il lavoro.
Gianni Altamura

[ad#lb]

Ipanema TechnologiesLa replicazione dei datacenter inoltre sta spingendo la rete al suo limite. Il datacenter secondario deve mantenere una copia fresca dei contenuti e dello stato degli applicativi. Per far questo vengono utilizzati collegamenti ad alta velocità fra datacenter distanti. Questi vengono denominati “long fat pipe” (condutture grosse e lunghe) perché hanno caratteristiche estreme in termini di ampiezza di banda e di contenimento della latenza. Su queste long fat pipe vengono adottati diversi applicativi di backup (EMC, Network Appliance, Legato, Veritas, Tivoli, Microsoft, CommVault, DoubleTake, CA …).
Tutti si affidano al protocollo TCP, che non è ottimizzato per long fat pipe… e la maggior parte di essi non ottimizzano pienamente i propri requisiti di banda con una compressione a livello di applicativo. Il risultato è che le replicazioni fra datacenter sono lente e la continuità del lavoro viene messa a repentaglio.

La Soluzione Ipanema è l’unica sul mercato ad affrontare entrambe le problematiche di disaster recovery legate alle WAN. La natura dinamica e globale delle sue funzioni di Ottimizzazione la rendono capace di controllare pienamente flussi intersecati. La sua capacità di ristabilire ogni secondo le regole di gestione del traffico ottimali e la sua classificazione di layer 7 le consentono una riconfigurazione immediata e automatica della QoS su tutta la rete per rispondere a un cambiamento improvviso della matrice di traffico. Il risultato è che le funzionalità di disaster recovery non vengono turbate minimamente dal servizio WAN. Le funzioni di Accelerazione completa del Sistema mitigano le limitazioni sia di banda che di TCP degli applicativi di backup per una replicazione molto più veloce. La Accelerazione TCP permette di sfruttare pienamente le long fat pipe, e la Elminazione di Ridondanza Multi-Livello comprime notevolmente i flussi di backup portando a una massiccia disponibilità di banda “virtuale” per eseguire il backup.

Per anticipare la ripresa, su quali idee/prodotti innovativi nel settore Storage & Backup state puntando per anticipare la concorrenza in nuovi settori di mercato?

Anticipare la ripresa è un azzardo, nessuno in questo momento sa esattamente quali siano le azioni giuste da intraprendere … Tuttavia Ipanema è alla continua ricerca di soluzioni in grado di diminuire sempre più il TCO rispetto alle scelte operate ormai dal 75 % dei Telco che costruiscono servizi gestiti da offrire ai propri clienti e che sono basati sulla tecnologia Unica e Innovativa di Ipanema chiamata appunto Autonomic Networking System. Il Backup e Restore è sicuramente una fase fondamentale perchè la soluzione Ipanema sia sempre più efficace e più attenta alla diminuzione dei tempi di backup e restore dei dati che transitano sulla WAN globale di un’azienda. Questi dati critici e le applicazioni che ne gestiscono le performance di accesso non devono essere altro che un ottimo elemento per velocizzare anche le operazioni di salvataggio e di rispristino dei dati qualora ci si trovasse in situazioni estreme di Disaster Recovery.

Ipanema Technologies
www.ipanematech.com

Leave a Reply