F5 Networks al fianco di Joyent e della sua piattaforma per il cloud computing on demand

f5-logo.gifF5 Networks, leader mondiale nel settore dell’Application Delivery, ha annunciato di recente che Joyent, vendor leader nel settore del cloud computing, ha installato con successo la soluzione BIG-IP Local Traffic Manager di F5 all’interno della sua architettura di server per la virtualizzazione IaaS (Infrastructure as a Service).

[ad#lb]

Il cloud computing aiuta gli sviluppatori ad ospitare e scalare le loro applicazioni senza grosse spese di capitale e contratti a lungo termine con i vendor. Le società possono inoltre accelerare l’innovazione perché sono in grado di scalare più velocemente e in maniera più economica e, nel contempo, abbassare i rischi associati ai grossi impegni finanziari, ottenendo un’infrastruttura più sicura, affidabile e flessibile. Gli Application Delivery Controller BIG-IP di F5, a loro volta, aiutano i provider di cloud computing, come Joyent, a fornire una struttura IaaS grazie alla possibilità di scaricare la gran parte del traffico e di ottimizzare le performance delle sue applicazioni ospitate dagli utenti.

“Gli Application Delivery Controller avanzati possono fornire dei vantaggi significativi sia ai provider che agli utenti di cloud computing”, ha dichiarato Joe Skorupa, vice presidente della divisione Ricerca di Gartner. “Questi prodotti, scaricando le funzioni relative al network direttamente dal server, garantiscono una maggior efficienza, dal 20% al 50% in più, all’interno dei data center dei provider. Inoltre, il caching dinamico, la compressione, le operazioni di prefetch e le altre tecnologie relative all’accelerazione web, integrate negli ADC, possono produrre miglioramenti delle prestazioni per gli utenti finali, spesso oltre il 50%[2]”.

“Abbiamo cercato a lungo nel mercato e provato virtualmente ogni cosa, ma non c’è nulla di simile ai BIG-IP di F5”, ha dichiarato un entusiasta Jason Hoffman, fondatore e CTO di Joyent. “Il BIG-IP LTM è l’unico application switch in grado di scalare per poter gestire le migliaia di sistemi back-end di Joyent. Ad essere onesti, senza questo tipo di prodotto probabilmente non potremmo avere un business”.

“Per le aziende, il cloud computing è finalmente un modo sicuro, altamente scalabile ed economico per aumentare l’agilità e velocizzare l’innovazione, limitando al tempo stesso i rischi e i costi”, ha dichiarato Manlio Paparelli, Country Manager di F5 per l’Italia. “Comunque, l’infrastruttura richiesta per fornire il cloud computing deve essere capace di un enorme e imprevedibile throughput. Per questo gli ADC e iRules di F5 danno ai consumatori una flessibilità unica che si adatti ad ogni particolare ambiente”.

L’offerta di Joyent nel settore del cloud computing è una linea di server virtualizzati, chiamati Joyent Accelerator, e tra i suoi clienti annovera anche LinkedIn, che usa questa struttura per far girare l’applicazione di successo Bumper Sticker su Facebook. Joyent ha scelto le periferiche di F5 come spina dorsale del suo IaaS per il cloud computing. I BIG-IP infatti garantiscono la gestione di una grande quantità di traffico (2-10 Gbps), mentre il linguaggio di scrittura iRules permette a Joyent una gestione flessibile e il deployment della sua infrastruttura di cloud computing.

Per saperne di più su come Joyent utilizza la soluzione BIG-IP di F5, visitate il sito http://devcentral.f5.com/weblogs/interviews/archive/2008/07/23/scaling-in-the-cloud-with-joyents-jason-hoffman.aspx

F5 Networks
www.F5.com