Le novità Socomec in tema Energy Storage al prossimo Energy Storage World Forum di Roma

All’Energy Storage World Forum (Roma, 27-30 aprile), il più importante evento internazionale dedicato all’Energy Storage, Socomec presenterà le ultime innovazioni legate al tema: SUNSYS PCS², la soluzione Energy Storage per Smart Grid e SEU (Sistemi Efficienti di Utenza) e la soluzione UPS con supercondensatori agli ioni di litio.

Socomec, SUNSYS PCS²
Socomec, SUNSYS PCS²
SUNSYS PCS² è la soluzione che garantisce la conversione e l’accumulo dell’energia rinnovabile prodotta, così da compensare il carattere intermittente della fonte di energia. Non solo, ma SUNSYS PCS² permette di ottimizzare l’autoconsumo di reti Smart Grid, attenuando le differenze tra l’energia disponibile e la domanda ed è, inoltre, in grado di soddisfare le esigenze delle applicazioni in isola (islanding mode).
I vantaggi che la soluzione offre sono molteplici: modularità, flessibilità e scalabilità, in quanto potenza e autonomia sono facilmente adattabili in base alle esigenze, un rendimento elevato fino al 98%, la compatibilità con diverse tecnologie di batteria e una facile integrazione negli impianti di produzione di energia rinnovabile esistenti.

Socomec UPS ioni di litio
Socomec UPS ioni di litio
La soluzione UPS con supercondensatori agli ioni di litio è la soluzione che supera le limitazioni dei sistemi di accumulo tradizionali per gli UPS, soprattutto per quelle applicazioni che lavorano in ambienti critici, soggetti a frequenti microinterruzioni o dove il lungo tempo di ricarica può essere un problema. Questo UPS con supercondensatori agli ioni di litio, è, infatti, un sistema che consente di fornire alimentazione di qualità di breve durata per carichi critici e garantisce la protezione da tutti i problemi della rete elettrica. Questo permette all’utilizzatore di abbassare in maniera significativa i costi e la perdita di produttività, dovuti alla cattiva qualità di alimentazione. Nello specifico caso della mancanza di rete, infine, il sistema può sopperire con autonomie da qualche secondo fino a qualche minuto.
La soluzione garantisce numerosi vantaggi: una scalabilità in potenza e/o ridondanza, un’elevatissima densità di potenza, un’ampia gamma di temperature di esercizio (da -10 ° C a +70 ° C), una manutenzione facile ed estremamente ridotta, nessun invecchiamento apprezzabile dovuto a frequenti micro interruzioni di rete, una vita attesa prevista oltre 15 anni.