Thecus W12850 e Thecus W16850 NAS basati su Windows Storage Server, rackmount a 12 e 16 bay

Thecus W12850Thecus annuncia W12850 e W1685, due NAS rackmount basati su Windows Storage Server 2012 R2 Standard, che possono ospitare rispettivamente fino 12 e 16 HDD.

Soluzioni di classe enterprise in grado di garantire livelli di performance e sicurezza con pochi eguali, queste nuove proposte firmate Thecus rappresentano la scelta ideale per tutte quelle aziende che ricercano una soluzione che consenta loro di espandere rapidamente lo spazio di archiviazione per i propri dati e ne garantisca la gestione in modo semplice e sicuro in ambiente Windows.

Grazie a potenti processori quad-core Intel Haswell E3-1231 con tecnologia Hyper-Threading e a 16 GB di memoria DDR3 ECC, espandibili a 32 GB, i nuovi W12850 e W16850 offrono velocità di throughput da primato, che rimangono costanti anche quando i dispositivi sono sottoposti agli impegni più gravosi.

Per ridurre al minimo i tempi di avvio e di risposta del sistema, Thecus ha scelto di installare Windows Storage Server 2012 R2 su un’unità SSD da 60 GB, un accorgimento che permette a queste due nuove proposte di offrire livelli prestazionali sensibilmente superiori riaspetto ai modelli di precedente generazione.

Tra le numerose funzionalità che caratterizzano il sistema operativo si ricordano Storage Spaces, che permette la creazione di dischi virtuali e Data Deduplicatios che, attraverso la ricerca e la rimozione delle duplicazioni nei dati, permette di archiviare un maggior numero d’informazioni in uno spazio minore, senza comprometterne la fedeltà e l’integrità.

I nuovi W12850 e W16850, infine, permettono l’installazione di una scheda Hardware-RAID LSI 3108, che è in grado di ridurre l’utilizzo della CPU e migliorare ulteriormente le prestazioni globali dei sistemi.

Peter McKay Presidente e COO e William Largent CEO in Veeam

Peter McKayVeeam annuncia la nomina di Peter C. McKay, ex Senior Vice President e General Manager Americas di VMware, a President e Chief Operating Officer. Annuncia inoltre la promozione di William (Bill) H. Largent, prima Executive Vice President di Veeam, a Chief Executive Officer. I co-fondatori e director, Ratmir Timashev e Andrei Baronov, continueranno ad avere un ruolo strategico nell’azienda, concentrandosi sulle strategie di mercato e sullo sviluppo dei nuovi prodotti.

Le nuove nomine porteranno ulteriore valore all’attuale struttura del management, e supporteranno Veeam a continuare la propria missione: permettere alle imprese di avere i dati e le applicazioni disponibili 24 ore su 24, 7 giorni su 7 e 365 giorni all’anno, espandersi ancora di più nel mercato Enterprise, continuando la propria crescita a doppia cifra.

William LargentNel ruolo di Presidente e COO, McKay risponderà direttamente a Largent e sarà responsabile delle vendite, delle operazioni di vendita, delle organizzazionimarketing, finanza e risorse umane. Prima di Veeam, McKay ha ricoperto numerose posizioni di prestigio in VMware Americas. Entrato in VMware in qualità di Vice President Sales, End User Computing della region Americas, era stato promosso a Chief Operating Officer per Americas, diventando responsabile dell’ottimizzazione e allineamento di tutte i modelli di go-to-market; in seguito è diventato Senior Vice President, Americas Enteprise, e in ultimo Senior Vice President e General Manager, Americas.

McKay è entrato in VMware dopo l’acquisizione di Desktone di cui è stato Presidente e CEO dal 2010 all’ottobre 2013. Prima di Desktone, McKay è stato presidente e CEO di altre due società di successo nell’ambito del backup: dal 2001 a giugno 2008 di Watchfire, provider di soluzioni di sicurezza (acquistata da IBM nel 2007); e dal 1998 al 2001 di eCredit (acquistata da Internet Capital Group). McKay ha inoltre lavorato come “Executive-in-Residence” presso Insight Venture Partners.

Nel ruolo di CEO, Largent risponderà direttamente al Consiglio d’Amministrazione di Veeam e supervisionerà le strategie e la direzione finanziaria di Veeam. Largent fa parte di Veeam dalla sua nascita nel 2006, ha più di 30 anni di comprovata esperienza in ruoli di leadership e operazionali in aziende di successo,. Prima di unirsi a Veeam,Largent è stato CEO di Applied Innovation, Inc., una società pubblica le cui azioni sono quotate al NASDAQ. Largent ha lavorato anche con altri membri della dirgenza di Veeam in Aelita Software dove ricopriva il ruolo di Chief Operating e Financial Officier. Prima di Aelita, Largent è stato CFO di Plug Power dove ha gestito l’offerta pubblica iniziale con Goldman, Sachs & Co. ricoprendo il ruolo di primo firmatario, guadagnando più di 150 milioni di dollari di capitale.

Largent si trasferirà nella sede principale di Veeam in Svizzera.

Per i professionisti della creatività la nuova serie WD Pro

My Passport Wireless ProWestern Digital Corporation ha presentato la nuova serie WD Pro: i dispositivi My Passport® Wireless Pro per l’archiviazione portatile in Wi-Fi® e la soluzione Network Attached Storage (NAS) My Cloud® Pro. Pensata per i professionisti della creatività, la serie WD Pro consente di eseguire in modo semplice il trasferimento di contenuti tra vari dispositivi, garantendo i livelli di affidabilità e di velocità tipici di WD, senza distinzione tra riprese in remoto, in studio o editing da casa. Questi prodotti utilizzano l’app mobile My Cloud, la cui nuova versione sarà lanciata con My Passport Wireless Pro e My Cloud Pro e sarà compatibile con Adobe® Creative Cloud®. Inoltre, i dispositivi My Passport Wireless Pro e My Cloud Pro saranno entrambi compatibili con Plex Media Server™ e My Cloud OS3, per semplificare l’editing, lo streaming e la condivisione dei contenuti.

L’unità di storage Wi-Fi portatile My Passport Wireless Pro permette ai professionisti della creatività e agli appassionati di fotografia di lasciare comodamente a casa il computer portatile durante la sessione di riprese. Utilizzando la connessione WiFi Direct, gli autori possono eseguire il backup automatico dei file da video e fotocamere compatibili. L’unità può collegare fino a otto dispositivi per poter facilmente salvare, trasferire o eseguire l’editing del lavoro. Sono inoltre disponibili connessioni in tethering per una maggiore rapidità di acquisizione e un lettore integrato di schede SD, nonché una porta USB 2.0.
My Passport Wireless Pro ha una capacità di archiviazione che raggiunge i 3 TB ed è provvisto di batteria integrata con durata fino a 10 ore che consente anche di ricaricare telefoni e altri dispositivi come fotocamere digitali o videocamere.
Per assicurare ai professionisti un lavoro continuo e senza interruzioni, My Passport Wireless Pro è compatibile con Adobe Creative Cloud, per l’editing di foto e video su dispositivi mobili, e con Plex Media Server, che consente di riprodurre in streaming fino a quattro file anche quando non si è in studio.

Terminate le riprese, è il momento di utilizzare il dispositivo My Cloud Pro Series NAS per l’editing o il lavoro in studio. Con uno spazio di archiviazione fino a 32 TB, i dispositivi NAS WD My Cloud Pro Series sono ottimizzati per importare i file dalle memory card o dalle fotocamere e videocamere con il semplice tocco di un tasto: basta collegare la camera e i dispositivi storage USB compatibili, premere un pulsante e i nuovi file sono archiviati/importati in modo semplice e veloce.
Oltre a offrire uno spazio di archiviazione sicuro per professionisti e amatori, questa unità estremamente veloce e potente include un video processore hardware accelerato. Le potenti capacità di transcodifica consentono all’unità NAS WD My Cloud Pro Series di eseguire attività di acquisizione, editing, archiviazione e streaming di contenuti dai formati più utilizzati, compresi i video 4K. Il tutto è perfezionato da una solida suite applicativa integrata che include la compatibilità con Plex Media Server per l’archiviazione e l’ottimizzazione delle raccolte multimediali e con Adobe Creative Cloud per l’editing e la finalizzazione delle stesse.
Il NAS My Cloud Pro Series è uno strumento professionale ma allo stesso tempo di facile configurazione e utilizzo che garantisce alla community dei creativi un maggiore controllo sui propri contenuti fuori dallo studio, grazie all’accesso da remoto, utilizzando la app WD My Cloud e su MyCloud.com.

Il primo datacenter green in Italia è emiliano

green_data_center_bolognaI data center sono tra i primi responsabili delle emissioni di CO2 nel mondo.

Negli ultimi dati diffusi dall’UE sul 100% di emissioni totali in Europa la quota di maggioranza relativa (6%) spetta ai Data Center.

Executive Service Srl, azienda bolognese che offre servizi di housing, hosting e cloud, ha realizzato un data center a emissioni zero, primo Green Data Center d’Italia e del Sud Europa.

Realizzato a Castel San Pietro Terme (BO) lo ‘ZERO: 00GATE- EMISSIONI ZERO’ è una struttura in legno con un impianto fotovoltaico in grado di produrre più energia di quella consumata.
Utilizza inoltre il free-cooling ovvero la ventilazione naturale, evitando l’installazione di impianti di refrigerazione.

Il green data center ha ottenuto la certificazione Green Cloud.

Buffalo TeraStation WSH5610

Buffalo TeraStation WSH5610La nuova TeraStation WSH5610, va ad ampliare la gamma di NAS basati su Windows Storage Server 2012 R2 ed è pensata per offrire alle aziende tutta l’affidabilità, la stabilità e le prestazioni di cui necessitano, grazie a processori Intel® Quad-Core, 4 GB di RAM DDR3 e a RAID hardware proprietario che gestisce il dispositivo attraverso un SSD integrato, lasciando l’intero array di HDD libero per lo storage. Quest’esclusiva tecnologia Buffalo permette di offrire prestazioni eccezionali anche quando il NAS è sottoposto ai carichi di lavoro più intensi, comprese le operazioni di RAID rebuild.

Equipaggiata con 6 hard disk WD Red™ specificatamente pensati per l’impiego su NAS, la nuova TeraStation WSH5610 è disponibile con capacità totale di 12 o 24 TB e consente il RAID 6 che, grazie alla doppia parità distribuita, è in grado di offrire un livello di protezione dei dati particolarmente elevato. Nel rarissimo caso in cui si dovessero danneggiare due HDD al contempo, infatti, nessuna informazione andrebbe perduta e il sistema sarebbe immediatamente in grado di procedere alla ricostruzione del RAID senza la necessità di interrompere i suoi servizi.

La nuova TeraStation WSH5610 dispone di Windows Storage Server 2012 R2 Standard Edition e si integra, quindi, alla perfezione con i computer e i server Windows, consentendo alle aziende di espandere la loro capacità di archiviazione con la massima semplicità e velocità.

Principali caratteristiche tecniche:
– NAS a 6-Bay con capacità di 12 o 24 TB
– Controller RAID Hardware proprietario Buffalo
– Processore Intel® Celeron™ 2.0 GHz
– 4 GB di RAM DDR3
– Porte: 1 x USB 3.0 / 2 x USB 2.0 / 1 x eSATA / 1 x HDMI
– Microsoft Storage Server 2012 Standard Edition (utenti illimitati)
– RAID 0, 5, 6, 10
– NovaBACKUP® Buffalo Edition (Licenze: 1 server, 10 user)