IBM FlashSystem V9000 e FlashSystem 900

IBM introduce due nuove soluzioni di classe enterprise “all-flash”, che forniscono prestazioni ed efficienza leader di settore, oltre a un’affidabilità eccezionale per ridurre i costi e rendere più veloci applicazioni e infrastrutture ad alta intensità di dati.

Lo storage IBM FlashSystem® può consentire alle organizzazioni di vincere le nuove sfide dell’IT, continuando ad accelerare le prestazioni applicative e contribuendo ad abbassare il costo e la complessità dell’infrastruttura IT. IBM FlashSystem V9000 offre i vantaggi del Software-Defined Storage alla velocità di Flash. Grazie a FlashSystem V9000 le aziende possono consolidare i sistemi di storage esistenti sotto un unico dominio di gestione e utilizzare virtualizzazione e servizi di storage d’avanguardia. Nel frattempo, IBM FlashSystem 900 continuerà a fornire prestazioni estreme, affidabilità di classe “enterprise” e macro-efficienza; per installarlo e utilizzarlo bastano appena due ore, rispetto ai giorni necessari per i sistemi convenzionali.

Il cuore di tutti questi array di storage all-flash è costituito dalla tecnologia IBM FlashCore™, la suite di innovazioni e funzionalità che consente di fornire prestazioni migliori rispetto ai sistemi a disco tradizionali rendendo facile e flessibile l’adozione in interi ecosistemi IT. Questi potenziamenti tecnologici possono tradursi velocemente in vantaggi tangibili per le organizzazioni che desiderano costruire architetture cloud efficaci in termini di costi, acquisire rapidamente elementi di conoscenza dall’analytics, sfruttare ogni opportunità per interagire con i clienti con i dispositivi “mobile”, rilevare e prevenire le frodi informatiche e le minacce per la sicurezza dei dati in tempo reale.

FlashSystem V9000 e FlashSystem 900 portano lo storage aziendale a ulteriori livelli di efficienza, consentendo ad aziende come Coca-Cola Bottling Co. Consolidated (CCBCC) di sfruttare il valore dei Big data, di acquisire business insight in tempo reale, di prendere decisioni migliori e di conquistare un vantaggio competitivo. Da oltre due anni CCBCC utilizza lo storage IBM FlashSystem per gestire l’aumento del volume di dati che mette a dura prova la capacità dell’azienda di garantire l’assortimento dei prodotti Coca Cola sugli scaffali dei negozi. Sfruttando la tecnologia FlashSystem, CCBCC è riuscita a ottenere risultati sorprendenti, passando dall’elaborazione di 100.000 dati a 3,5 milioni di dati al giorno. La società ha così migliorato le previsioni della domanda, per prevedere meglio la quantità di determinati prodotti necessaria in ogni singolo giorno e in ogni particolare negozio o distributore automatico. CCBCC sta sperimentando attualmente la nuovissima tecnologia di flash storage di IBM per elaborare i dati ancora più velocemente.

Questo annuncio è un’ulteriore dimostrazione dell’impegno di IBM nello sviluppo e nell’offerta di soluzioni di storage basate su flash, per imprese di tutte le dimensioni e di tutti i settori, ed è il risultato dell’investimento nello storage flash lanciato da IBM nell’aprile 2013. L’azienda ha investito un miliardo di dollari in Ricerca sullo storage flash, in partnership, sviluppo di prodotti, potenziamento delle vendite e delle infrastrutture di supporto, con 12 nuovi Center of Competency in tutto il mondo.

IBM FlashSystem è dotata della tecnologia di chip flash di tipo MLC di Micron. FlashSystem sfrutta i vantaggi in termini di densità e costi del chip, che si traducono in una protezione dei dati più solida, in una maggiore affidabilità e in una migliore economia delle applicazioni.

IBM Spectrum Storage gestisce qualsiasi storage

IBM ha presentato IBM Spectrum Storage, un nuovo portafoglio di software intelligente per lo storage concepito per eliminare le inefficienze. Il nuovo software archivia dinamicamente ogni bit di dati al costo ottimale, massimizzando le prestazioni e garantendo la sicurezza.

IBM Spectrum Storage incorpora più di 700 brevetti ed è progettato per aiutare le imprese ad adottare un modello di business di cloud ibrido, gestendo enormi quantità di dati nel luogo e nella modalità prescelte in modo facile e veloce da un unico dashboard. Il software aiuta a spostare i dati nella sede giusta, al momento giusto – dal flash storage per un accesso rapido al nastro, al cloud – per minimizzare i costi.

Per accelerare lo sviluppo del software di storage della prossima generazione, IBM ha annunciato inoltre piani di investimento per oltre 1 miliardo di dollari per il suo portafoglio di prodotti nell’arco dei prossimi cinque anni. Con questo investimento, l’azienda punta ad estendere la propria leadership nella tecnologia dello storage, dopo essere stata di recente nominata numero uno nelle piattaforme di Software Defined Storage da IDC1. L’investimento sarà incentrato sulla R&S di nuove tecnologie di software per lo storage cloud, object storage e open standard, tra cui OpenStack.

Ora che le nuove applicazioni richiedono la distribuzione e il delivery su cloud, cresce la domanda di archiviazione dei dati in questo ambiente. Ciò richiede un nuovo approccio alla gestione dei dati, con uno strato di software in aggiunta all’hardware esistente, per avere una gestione intelligente. A questo proposito Gartner prevede che “entro il 2019 il 70 per cento delle soluzioni storage esistenti sarà disponibile anche in versione “solo software” e che entro il 2020 tra il 70 e l’80 per cento dei dati non strutturati sarà conservato su storage a basso costo, gestito da ambienti di Software Defined Storage”.2

Per cogliere questa opportunità, IBM ha creato una roadmap accelerata per estrarre intelligenza dai suoi tradizionali sistemi storage su hardware, permettendo ai clienti l’utilizzo in qualsiasi forma: come servizio, come appliance o come software. IBM Spectrum Accelerate è il primo prodotto software realizzato sulla base del software derivato dalla sua appliance di storage di alta gamma XIV.

IBM Spectrum Accelerate permette alle organizzazioni di inserire nella loro infrastruttura uno strato di funzionalità intelligenti derivate da XIV. Queste funzionalità comprendono un’architettura esclusiva, che non richiede messa a punto e consente di aggiungere capacità di storage in modo dinamico nel giro di minuti, un’operazione che oggi richiede l’installazione e la messa in produzione di nuovi sistemi hardware e che viene fatta nell’arco di alcuni mesi. Il software garantisce la business continuity in caso di malfunzionamenti o incidenti mentre con le soluzioni della concorrenza si corre il rischio di perdere 15 minuti o più di dati. Velocità e protezione dei dati sono fattori essenziali per tutte le organizzazioni che operano in settori guidati dai dati, come in campo finanziario, nella Sanità, nel Retail, nel mondo delle telecomunicazioni e che spesso scelgono il cloud ibrido per gestire nuovi carichi di lavoro.

Con questo annuncio di IBM Spectrum Accelerate viene introdotto il software più “aperto” del settore, basato su standard e disponibile per l’uso su hardware di largo consumo. I clienti possono usare Spectrum Accelerate per raggruppare le risorse di datacenter esistenti realizzando il proprio ambiente hyper-cloud scalabile e di livello enterprise. Utilizzando un unico dashboard user-friendly, creato da IBM Design Lab e da progettisti leader del settore, il software gestisce i dati in modo flessibile ed efficiente in termini di costi su tutti i datacenter esistenti e negli ambienti cloud appositamente realizzati dei clienti.

L’architettura XIV è stata collaudata in grandi ambienti cloud, con clienti quali Netflix, la società di streaming online on-demand.

Netflix si è rivolta di recente a IBM per creare un’infrastruttura di storage più agile per le sue sfide di gestione dei dati sempre più impegnative. La società ha adottato sistemi di storage IBM XIV Gen3 per gestire i database e le attività di sviluppo, test e back-up. È riuscita così a sostituire i 16 sistemi di storage esistenti con solo tre sistemi XIV, con una riduzione dell’80 per cento dello spazio fisico occupato dal datacenter e prevede che i sistemi le consentiranno di aumentare significativamente le transazioni di database al minuto.

Sulla base di un’invenzione della divisione Ricerca e Sviluppo, IBM prevede di introdurre nel corso di quest’anno un connettore multi-cloud come funzionalità software in IBM Spectrum Storage3. Questa offrirà alle organizzazioni la possibilità di migrare dinamicamente i dati tra più cloud, garantendone comunque la riservatezza e la protezione. Utilizzerà un approccio chiamato “cloud-of-clouds”, che si avvale della resilienza di cloud separati per offrire una protezione nei confronti di interruzioni di servizio e perdita di dati più solida di quella che qualsiasi cloud singolo sarebbe in grado di fornire.

IBM Spectrum Accelerate comprende un dashboard intuitivo e facile da usare per la gestione dell’interfaccia grafica utente (GUI) e si integra con IBM Spectrum Control, per una gestione consolidata. La GUI di IBM Spectrum Accelerate può essere gestita su qualsiasi dispositivo dotato di browser, dai desktop ai dispositivi mobili iOS e Android. La GUI, chiamata Hyper-Scale Manager, permette di gestire le attività tecniche e amministrative tramite un dashboard mobile toccando semplicemente lo schermo. Nell’era della gestione dei dati in tempo reale, la gestione mobile dello storage può contribuire a ridurre i tempi di inattività, il sovraccarico dei dati, l’over-provisioning e l’interruzione delle applicazioni.

IBM Spectrum Accelerate offre una gamma di funzionalità e tecnologie pronte per il cloud, tra cui snapshot, replica sincrona e asincrona, multi-tenancy, automazione tramite RESTful API e OpenStack, integrazione di VMware vCloud Suite e self-provisioning. È facile da acquisire, fornire in licenza e installare; offre un modello di licenza flessibile, che si adatta alle realtà di budget a breve e a lungo termine ed è distribuito con download dal sito web di IBM PassPort Advantage.

Il portafoglio Spectrum Storage di IBM è in grado di gestire a livello centrale più di 300 diversi dispositivi storage e yottabyte di dati. L’interoperabilità di questo dispositivo è la più ampia del settore e incorpora hardware e sistemi a nastro IBM e non-IBM. IBM Spectrum Storage è in grado di ridurre i costi di storage fino al 90 per cento in alcuni ambienti, grazie allo spostamento automatico dei dati sul dispositivo di memorizzazione più economico – sia che si tratti di sistemi flash, a disco o a nastro IBM o non-IBM.

In aggiunta a Spectrum Accelerate, il portafoglio IBM Spectrum Storage comprenderà software di storage chiave, tra cui Spectrum Virtualize, Spectrum Scale, Spectrum Control, Spectrum Protect e Spectrum Archive.

Elena Ferrari Channel Sales Director South Europe di CommVault

Elena Ferrari, Channel Sales Director South Europe, CommVault
Elena Ferrari, Channel Sales Director South Europe, CommVault
CommVault ha nominato Elena Ferrari Channel Sales Director South Europe con il compito di coordinare le attività commerciali dedicate ai distributori e ai rivenditori dell’azienda nella region che comprende Italia, Spagna, Francia, Portogallo, Israele e Africa.
Elena vanta una notevole esperienza nelle attività di canale, in particolare nel mondo della sicurezza IT. Entrata in Check Point alla fine del 2010, Elena aveva in precedenza lavorato dieci anni in Trend Micro ricoprendo via via ruoli di crescente responsabilità: Channel Sales, Distributor Manager e Sales Manager.
La nomina di Elena Ferrari si inserisce in un più generale rafforzamento delle attività e dell’organico di CommVault in Italia volto a sfruttare al meglio le opportunità di mercato e a rispondere in maniera più puntuale alle necessità dei clienti finali che richiedono un approccio sempre più consulenziale.

Golden Cloud Turbo vNAS TVS-863+ 10GbE-ready con processore 2.4GHz Quad-core

QNAP Systems in collaborazione con Advanced Micro Devices presenta il nuovo TVS-863+ ad alte prestazioni con connettività 10GbE e la gamma TVS-x63 Turbo vNAS con modelli da 4/6/8 dischi con processore AMD Embedded G-Series quad-core da 2.4GHz e RAM espandibile fino a 16GB. Con crittazione hardware ad alta efficienza, accelerazione cache SSD e grafica AMD Radeon, la gamma TVS-x63+ offre una affidabile soluzione di storage unificato 10GbE per salvaguardare i contenuti archiviati, gestire applicazioni intensive e gestire file multimediali in alta qualità.

Spinto da un processore AMD da 64-bit quad-core da 2.4Ghz con 4 o 8GB e memoria RAM DDR3L-1600 (espandibile a 16GB), in abbinata ad interfaccia SATA da 6Gb/s e 2 porte Gigabit LAN 10GbE (il modello TVS-863+ integra già un’interfaccia 10GbE), la gamma TVS-x63+ offre alte prestazioni ideali per applicazioni professionali multi-tasking. Il sistema di crittazione hardware prevede inoltre performance senza precedenti con la codifica AES-256 bit full NAS volume encryption, incrementando le prestazioni e la sicurezza del sistema, tenendo così al sicuro dati confidenziali e sensibili.

La gamma TVS-x63+ è caratterizzata da un design con finitura dorata e da hardware di alto livello. I Turbo vNAS con processore AMD quad-core offrono trasferimento file ad alte velocità ed efficienza per applicazioni business e multimediali offrendo alle aziende ed ai professionisti attenti ai costi, connettività 10GbE ha affermato Y.T. Lee, vice presidente di QNAP.

Inoltre, grazie alla tecnologia QvPC, gli utenti possono utilizzare i modelli della gamma TVS-x63+ come un PC, collegando mouse, tastiera ed un monitor HDMI per accedere direttamente ai dati presenti nel NAS e lanciare applicazioni multiple attraverso le macchine virtuali Windows, Linux, UNIX, e Android, navigare in internet con tastiera multilingua, riprodurre video 1080P con audio 7.1 con XMBC, monitorare le telecamere IP in tempo reale e molto altro ancora.

I modelli TVS-x63+ supportano inoltre il formato 4K Ultra HD per l’utilizzo con la tecnologia QvPC. Gli utenti possono collegare il NAS ad un monitor 4K UHD via HDMI e beneficiare dei vantaggi dell’alta qualità 4K.

I modelli della gamma TVS-x63+ integrano la tecnologia di virtualizzazione AMD-V con supporto per più machine virtuali (VM) attraverso l’esclusiva tecnologia della Virtualization Station di QNAP. Inoltre, vengono supportate le soluzioni di virtualizzazione VMware®, Microsoft® e Citrix per semplificare la gestione dello storage virtuale e facilitare la virtualizzazione delle applicazioni

I prodotti della gamma TVS-x63+ includono inoltre altre funzionalità che migliorano l’esperienza audio-visiva come la transcodifica hardware per la transcodifica in tempo reale di video Full HD, convertendoli in formati che possono essere riprodotti in modo agevole su PC, dispositivi mobili e Smart TV. La transcodifica offline invece permette di mantenere versioni a bassa risoluzione che possono essere riprodotte in mobilità anche in presenza di connessioni internet lente. La doppia uscita HDMI invece permette agli utenti di collegare due monitor o due tv contemporaneamente con la possibilità di riprodurre i contenuti in simultanea.

La gamma TVS-x63+ si caratterizza anche per l’espandibilità offerta dalla possibilità di collegare le unità di espansione QNAP UX-800P e UX-500P che incrementano la capacità di archiviazione totale fino a 192TB (a seconda del modello). Le unità di espansione tower offrono alle PMI la possibilità di espandere la capacità di archiviazione anche in un secondo tempo in base alle reali esigenze.

Soluzioni server e storage a bassa latenza dotate di tecnologia Hot-Swap NVMe da Supermicro

SAN JOSE, California, 2 febbraio 2015 /PRNewswire/ —Super Micro Computer, Inc. (NASDAQ: SMCI), leader globale nei server ad alta performance ed alta efficienza, nella tecnologia di storage e nell’informatica verde sta ampliando la sua gamma di soluzioni server e storage che supportano la tecnologia Non-Volatile Memory express (NVMe) con la prima vera capacità hot-swap NVMe del settore. La vasta gamma di soluzioni NMVe di Supermicro è disponibile nelle serie dei SuperServer 1U Ultra e WIO, 2U Ultra, TwinPro™, EXDP 32DIMM e DCO, e nelle piattaforme SuperBlade® 4U FatTwin™ e 7U. I vantaggi di rendimento dell’NVMe di Supermicro comprendono miglioramenti fino a 6x nelle prestazioni e 7x in bassa latenza rispetto all’attuale tecnologia SATA3/SAS3 SSD. Le soluzioni NVMe di Supermicro offrono le massime prestazioni nei settori HPC, petrolio e gas, HFT, crittografia ad alta sicurezza, VDI, visualizzazione 3D per il design aerospaziale e automobilistico, data center hyper-scale, Cloud, ambienti di virtualizzazione ed Enterprise .

“Le soluzioni NVMe di Supermicro offrono le ultime tecnologie di storage a bassa latenza prime nel mercato con una vera funzionalità hot-swap che apporta un vantaggio di utilizzabilità senza precedenti,” ha affermato Charles Liang, presidente e AD di Supermicro. “Con oltre trenta piattaforme server e storage nei server 1U, 2U, 4U e nei formati 7U blade, Supermicro è senza rivali in varietà e scelta per soddisfare qualsiasi esigenza di prestazione o di configurazione. Inoltre, con la nostra architettura di raffreddamento avanzata e alimentatori di livello Titanium ad alta efficienza, le soluzioni Supermicro offrono la massima resa per watt, per dollaro e per metro quadro abbassando così il costo totale di proprietà (TCO).”

Supermicro Expands its Low Latency NVMe Server and Storage Solutions
Supermicro Expands its Low Latency NVMe Server and Storage Solutions
  • 1U Ultra SuperServers
    • (1028U-TNR4T+ / 1028U-TNRT+ / 1028U-TNRTP+) 10x 2.5″ Hot-swap bays; 2x NVMe/SATA3 hybrid + 8x SATA3 ports; 8x SAS3 ports opzionale via AOC (opzione 10x hot-swap NVMe)
  • 2U Ultra SuperServers
    • (6028U-TNR4T+ / 6028U-TNRT+) 12x 3.5″ Hot-swap Bays; 4x NVMe ports + 8x SATA3 ports; 12x SAS3 ports opzionale via AOC
    • (2028U-TNR4T+ / 2028U-TNRT+) 24x 2.5″ Hot-swap Bays; 4x NVMe ports + 8x SATA3 ports; 24x SAS3 ports opzionale via AOC (24x hot-swap NVMe in arrivo)
  • 1U/2U WIO SuperServers
    • (1028R-WTNR / 1028R-WTNRT) 10x 2.5″ Hot-swap HDD Bays; 8 SATA3 + 2 NVMe/SATA3 hybrid ports
    • (1027R-WC1NR / 1027R-WC1NRT) 2x NVMe and 8x 2.5″ Hot-swap SAS3 drives; LSI 3108 SAS3; RAID 0, 1, 5, 6, 10, 50, 60
    • (6028R-TDWNR) 8x 3.5″ Hot-swap SATA3 + 4x 2.5″ NVMe drive bays
  • 2U TwinPro™ SuperServers
  • 2U EXDP 32 DIMM SuperServers
    • (2028UT-BTNRT / 2028UT-BC1NRT) 2x NVMe 2.5″ SSD and 8x 2.5″ SAS3/SATA3 HDD/SSD bays, 8x SATA3 (6Gbps) ports via C602; RAID 0, 1, 5, 10 (-BTNRT), LSI® 3108 SAS3 (12Gbps); RAID 0, 1, 5, 6, 10, 50 (-BC1NRT)
  • 2U DCO SuperServer®
    • (6027R-CDNRT+) 12x 3.5″ Hot-swap Bays; 4x NVMe + 8x SAS/SATA; SAS3 via LSI 3108; supporto HW RAID 0, 1, 5, 6, 10, 50, 60
  • 4U FatTwin™ SuperServers
    • (F628R3-RTBN+ / F628R3-RTBPTN+) 4-Node – 8x 3.5″ SATA3 or 6x 3.5″ SATA3 and 2x NVMe Hot-swap drives per U
    • (F628R3-RC1B+ / F628R3-RC1BPT+ ) 4-Node – 8x 3.5″ Hot-swap drive bays: 8x SAS3 or 6x SAS3 + 2x NVMe SSD SAS3 (12Gbps) supporto via LSI 3108
    • (F618R2-RC1+ / F618R2-RC1PT+) 8-Node – 6x 2.5″ Hot-swap drive bays: 6x SAS3 or 4x SAS3 + 2x NVMe SSD SAS3 supporto via LSI 3108
    • (F618R2-RTN+ / F618R2-RTPTN+) 8-Node – 6x 2.5″ Hot-swap drive bays: 6x SATA3 or 4x SATA3 + 2x NVMe SSD
  • 7U SuperBlade®
    • (SBI-7128R-C6N) Storage Blade – 6x Hot-swap 2.5″ SAS3 HDD Bays; LSI 3108, HW RAID 0, 1, 5, 3x Hybrid ports supporto Hot-plug NVMe/SAS HDD
    • (SBI-7428R-C3N) Data Center Blade – 3x Hot-swap 2.5″ SAS3/SATA3 HDD Bays; HW RAID 0, 1, 5, 3x Hybrid ports supporto Hot-plug NVMe/SAS HDD
    • (SBI-7428R-T3N) Data Center Blade – 3x Hot-swap 2.5″ SATA HDD Bays, 3x Hybrid ports supporto Hot-plug NVMe/SAS HDD