DiskStation DS215j, server NAS 2-bay per utenti domestici

Synology ha lanciato DiskStation DS215j, un server NAS 2-bay progettato per gli utenti domestici per gestire i dati, lo streaming di contenuti multimediali, sincronizzare i file sul cloud, mantenendo al sicuro le proprie risorse digitali.

DS215j è alimentato da un processore dual-core con Floating-Point Unit (FPU) che offre tutto il proprio potenziale in modalità multitasking ed elaborazione multimediale. L’aggiornamento della piattaforma consente a DS215j di fornire una velocità media di oltre 111 MB/sec in lettura e di 87 MB/sec in scrittura, il 19% in più rispetto al modello precedente, pur mantenendo lo stesso consumo di energia sia in pieno funzionamento(13,4 watt) sia quando i dischi rigidi vanno in stand-by (5.3 watt). L’aggiunta dell’interfaccia USB 3.0 SuperSpeed aumenta ulteriormente la velocità di trasferimento dei file.

Grazie a Synology Surveillance Station, DS215j diventa anche un registratore video di rete full-optional. Supporta fino a 10 canali video simultanei ad alta definizione in streaming a 240 FPS e 720p. DS215j è dotato di 2 licenze gratuite per telecamere IP e supporta fino a 10 telecamere, che lo rendono una soluzione di sorveglianza ideale per abitazioni e piccoli uffici.

DS215j opera su DiskStation Manager (DSM) 5.1, un sistema operativo intuitivo che include una serie di applicazioni per offrire una migliore produttività lavorativa e un’innovativa esperienza multimediale.

Synology DS215j
Synology DS215j

Hiroshi Nagao, European Managing Director, Buffalo

Hiroshi Nagao, European Managing Director, Buffalo
Hiroshi Nagao, European Managing Director, Buffalo

Buffalo Technology annuncia la nomina di Hiroshi Nagao a Managing Director. Nella sua nuova posizione Nagao avrà la responsabilità di guidare le strategie aziendali, la crescita del business e lo sviluppo del mercato europeo.

In oltre 17 anni di esperienza all’interno di Buffalo, Nagao ha maturato specifiche esperienze nell’ambito del marketing e delle vendite. Nella sua precedente posizione Nagao ha operato nel ruolo di Sales & Marketing Director per tre anni (2011-2014) in Medio Oriente (Emirati Arabi Uniti), dove ha raccolto brillanti risultati in ambito B2B e ha saputo creare una rete di importanti partnership.

Top Ten 2014 dei disastri che hanno causato perdita di dati

La Top Ten 2014 dei disastri che hanno causato perdita di dati, raccolti da Kroll Ontrack

10 Danni da acqua per un pompiere (Germania)
Un vigile del fuoco stava combattendo un incendio quando il suo Nokia Lumia 610 è stato danneggiato dall’acqua. Ha perso tutti i suoi dati, tra cui foto di familiari e amici. È stato chiesto aiuto a Kroll Ontrack che ha recuperato con successo 732 foto dal telefono.

9 Troppo tardi (Stati Uniti)
Una società stava preparando una nuova infrastruttura IT. Il nuovo array di storage era in attesa di venire sballato e acceso nella stanza dei server. Il giorno prima di collegarlo, però il vecchio array di archiviazione si è guastato e l’accesso ai dati più importanti è stato perso. Dopo qualche minuto di panico e stress, l’amministratore IT ha deciso di non peggiorare la situazione e di chiamare gli specialisti di Kroll Ontrack. Tutto si è concluso positivamente.

8 Incidente sfortunato (Norvegia)
Kroll Ontrack ha ricevuto una chiamata da una persona che ha avuto un incidente mentre era su un traghetto. La sua macchina fotografica è rimasta sommersa dall’acqua per più di un’ora. Gli specialisti di Ontrack Data Recovery sono stati in grado di recuperare le foto dalla scheda di memoria in ammollo.

7 Il cane ha mangiato il mio… (Stati Uniti)
Un cane ha scambiato una flash drive USB per un giocattolo da masticare. Quando l’unità è arrivata a Kroll Ontrack, aveva segni di denti dappertutto. Tutti i dati sul supporto USB sono stati recuperati.

6 Il mistero di Microsoft® Surface (Stati Uniti)
A volte non sappiamo la storia di quello che è successo a un dispositivo. Kroll Ontrack ha ricevuto un tablet Microsoft Surface “frantumato” in mille pezzi. Quello che c’è da sapere è che il recupero dei dati ha avuto il 100% di successo.

5 Spazzato via (Bosnia ed Erzegovina)
Un’alluvione nei paesi Balcani ha scaraventato un server RAID a 100 metri dall’edificio dove era installato. Ci sono volute due settimane per individuare il server che era rimasto in acqua per tutto questo tempo. Kroll Ontrack ha recuperato il 100% dei dati.

4 Dati sotto attacco (Stati Uniti)
Quando la perdita dei dati è intenzionale, generalmente è per uno scopo malvagio. Gli hacker si sono infiltrati nel sistema informatico di un hotel quest’anno cancellando dati attivi e di backup da 35 LUN. Il team di ingegneri Kroll Ontrack altamente specializzato ha lavorato onsite e da remoto per recuperare tutti i dati che erano stati persi.

3 Può succedere a chiunque (Stati Uniti)
Anche i dipendenti Kroll Ontrack non sono immuni alla perdita di dati. Andando in bagno, nel mezzo di una riunione, un impiegato di Kroll Ontrack ha infilato il suo iPhone nella tasca posteriore dei pantaloni per mantenerlo al sicuro. Mentre stava per prendere la valigetta e uscire, il telefono è scivolato, atterrando esattamente nel water. Il dipendente ha portato il suo gocciolante telefono personale allo specialista del recupero dati da dispositivi mobile, chiedendo aiuto. Senza fare domande, l’ingegnere ha preso in carico il caso. Tutti i dati del telefono del dipendente, comprese le foto di sua figlia, i contatti e messaggi di testo sono stati recuperati.

2 Cascata pazza (Islanda)
Una giovane donna stava facendo fotografie con il suo smartphone a una bella cascata quando, una folata di vento, ha sollevato una grande quantità di spruzzi d’acqua, bagnando completamente sia lei sia il suo telefono. La donna non è stata più in grado di accedere al telefono e quindi anche a tutte le sue foto. Kroll Ontrack ha eseguito un recupero completo di tutte le fotografie.

1 Una differenza di opinioni (Polonia)
Dal punto di vista del cliente: “Il mio portatile non ha voluto eseguire le mie istruzioni. Siamo totalmente in disaccordo l’uno con l’altro, e ho perso la calma, colpendolo con forza con la mano aperta. Il computer portatile è stato danneggiato, è per questo che sono qui “. Il cliente ha colpito il notebook proprio nella zona dove è installato il disco fisso, azione che ha portato la testina a graffiare i piatti. I danni erano gravi, ma Kroll Ontrack ha recuperato il 50% dei dati cruciali.

ASG Time Navigator 4.4: Web UI, statistiche, selezione multipla, HyperVision Deduplication Storage ed altro

ASG ha appena annunciato, in inglese, l’aggiornamento 4.4 del suo prodotto di punta il software di backup Time Navigator (conosciuto come prodotto Atempo, prima dell’acquisizione).

Time Navigator 4.4. web ui
Time Navigator 4.4. web ui

Queste le principali novità della nuova versione di Time Navigator 4.4:

  • nuova interfaccia web (web ui) che si affianca al precedente client dedicato
  • nuova sezione dedicata alle statistiche relative all’attività di backup
  • introduzione della selezione multipla di applicazioni e server
  • personalizzazione del cruscotto di management e applicazione filtri pre-configurati
  • HyperVision Deduplication Storage (HVDS) con agent per VMware e Hyper-V
  • HyperVision Agent per VMware con granularità di file in fase di restore
  • HyperVision Agent per Hyper-V con block level incremental backup

Maleva, unico VAD italiano dei prodotti ex Atempo e ora del portafoglio ASG, potrà installare Time Navigator 4.4, valorizzando le nuove feature, presso nuovi clienti interessati a valutare le caratteristiche della nuova versione ed aggiornarlo presso clienti storici.
Time Navigator 4.4 è già presente per le pubbliche amministrazione nel MePA.

RAINcloud OS 4.1 di Overland Storage

La versione 4.1 di Overland Storage RAINcloud OS è la nuova “major release” del software per SnapScale che comprende servizi per lo storage definito dal software in grado di eseguire automaticamente e in modo intelligente operazioni di gestione e protezione dei dati senza la necessità di intervento manuale.
Grazie alle loro capacità di eseguire autonomamente il provisioning, il bilanciamento e la correzione dei problemi, le risorse di storage di SnapScale si adattano in modo trasparente alle necessità dell’utente. Per offrire prestazioni ottimali vengono distribuite su siti diversi, mentre le eventuali operazioni di ripristino o di ricostruzione possono essere realizzate senza interrompere l’erogazione dei servizi. Gli strumenti per gestire i dati in mobilità compresi in RAINcloud OS 4.1 consentono ai clienti di implementare cloud privati per condividere e sincronizzare i dati permettendo così di accedervi da ovunque e in qualsiasi momento.
Inoltre, i prodotti di storage enterprise SnapScale sono stati certificati da VMware, che ne garantisce l’interoperabilità con vSphere 5.1 e 5.5 nelle infrastrutture virtualizzate VMware.
I servizi per lo storage definito dal software di RAINcloud OS 4.1 offrono ai nuovi clienti diversi benefici, tra cui:
Servizi per le Prestazioni e la Sicurezza
· Server Message Block (SMB) 2.0 migliora le prestazioni in lettura e scrittura dei client e dei server Windows quando accedono allo storage SnapServer.
· NFS versione 4 offre un incremento delle prestazioni e una migliore sicurezza agli utenti UNIX.
· Windows-only Tree migliora la funzionalità di Permission Handling and Authentication, permettendo agli utenti Windows e UNIX/Mac di condividere con semplicità i documenti in ambienti misti.
· Lightweight Directory Access Protocol (LDAP) consente agli amministratori di impostare i permessi e definire gli accessi alle cartelle utilizzando il “name lookup” da e verso gli Unique User Identifier (UID).
Servizi per la Gestione e la Disponibilità
· Gli aggiornamenti continui per l’elevata disponibilità offrono un uptime del 99,999% con una completa ridondanza del sistema. Dopo l’installazione di RAINcloud OS 4.1, le versioni successive verranno automaticamente installate senza ricorrere allo spegnimento o al riavvio del cluster.
· Il monitoraggio storico delle prestazioni consente agli amministratori di ottenere report riferiti a specifici periodi per ottimizzare il trasferimento dati e minimizzare i colli di bottiglia della rete.
· La certificazione di vSphere 5.1 e 5.5 per NFS e iSCSI da parte di VMware consente agli amministratori di consolidare lo storage e far girare macchine virtuali su un cluster SnapScale.
Servizi per la Protezione dei dati
· La Protezione Continua dei Dati ottenuta con le Snapshot ad alte prestazioni consente uno sfruttamento più efficiente della capienza e offre miglioramenti delle prestazioni in scrittura fino a tre volte.
· Creazione di cloud privati, protezione dei dati e accesso da qualsiasi luogo. Consente ai clienti di creare in modo conveniente il proprio cloud privato senza doversi preoccupare di rischi e spese legati a servizi cloud di terze parti.