Cloud Replication ibrida sull’Azure Marketplace

La soluzione software DataCore Cloud Replication è ora disponibile sull’Azure Marketplace di Microsoft per supportare le attività di disaster recovery dei suoi clienti. Chi utilizza installazioni locali del Software-Defined Storage SANsymphony™ e di Hyper-converged Virtual SAN può utilizzare la cloud Microsoft Azure come sito di replica aggiuntiva per proteggere i sistemi a elevata disponibilità.

Per esempio, cluster “allargati” locali divisi tra due siti di un’area metropolitana possono essere replicati anche in una terza copia su Azure per evitare perdite di dati nel caso di un disastro regionale di grandi proporzioni. In questa configurazione di cloud ibrida, i dati critici vengono replicati continuamente in modo asincrono.

Inoltre, i clienti che dispongono di un mix di marchi e modelli di storage possono utilizzare il Software-Defined Storage di DataCore a livello locale per consolidare e unificare la replica dei dati presenti in tutti gli asset di storage sulla cloud Azure, invece di doversi confrontare con la complessità e il costo legati all’implementazione di soluzioni frammentate di altri vendor.

L’attuale rapida crescita dei dati, la diversità dei dispositivi di storage e la grande varietà di norme sulla conformità alle quali le organizzazioni devono attenersi richiedono che tutti i dati e le applicazioni essenziali siano disponibili su un sito remoto sempre accessibile ovunque ci si trovi, per garantire che l’operatività aziendale possa essere ripristinata in caso di evento o disastro imprevedibile. Le imprese stanno sempre più ricorrendo alla cloud per evitare le difficoltà di mettere in piedi e mantenere un sito remoto per questo unico scopo.

La disponibilità di DataCore Cloud Replication sul Marketplace Azure rende più semplice per le imprese trarre vantaggio della scalabilità, agilità e convenienza della cloud Azure per implementare velocemente un sito sicuro di replica remota, beneficiando al contempo di una gestione unificata dello storage tra l’infrastruttura locale e la cloud Azure.

Questa offerta offre la flessibilità di scegliere dove rispristinare i dati critici in caso di catastrofe. In alcuni casi è preferibile farlo nel sito locale originale, mentre in altri l’IT può decidere che è meglio far girare alcuni dei carichi di lavoro direttamente sulla cloud Azure.