VirtualBoot for vSphere

StorageCraft ha annunciato il rilascio di VirtualBoot for vSphere, una nuova tecnologia che rende il recupero dei dati e dei sistemi estremamente più rapido ed efficiente. Questa tecnologia unica offre agli utenti di StorageCraft ShadowProtect SPX la possibilità di virtualizzare rapidamente le immagini di backup come macchine virtuali guest direttamente negli host VMware ESXi senza dover usare un’applicazione intermedia o un processo di conversione secondario.

VirtualBoot for vSphere viene usata in combinazione con il software per il backup e il ripristino di emergenza StorageCraft ShadowProtect SPX ed è inclusa in tutte le licenze SPX. VirtualBoot for vSphere è stata sviluppata in collaborazione e partecipazione con VMware tramite il programma vSphere APIs for I/O Filtering (VAIO) Program e ora dispone della certificazione VMware Ready.

VirtualBoot for vSphere consente agli utenti di svolgere le seguenti operazioni uniche:
• Virtualizzare istantaneamente le immagini di backup di SPX o ShadowProtect come macchine virtuali guest direttamente nell’hypervisor ESXi
• Effettuare la migrazione permanente di sistemi fisici o macchine virtuali da una piattaforma diversa dell’hypervisor a ESXi con un downtime minimo
• Testare con facilità le modifiche ai sistemi di produzione offline
• Sfruttare gli investimenti esistenti in VMware per ottimizzare il ROI

ImageManager 7

StorageCraft ImageManager 7 consentirà agli amministratori IT di gestire, organizzare e replicare ancora più facilmente le immagini di backup create con le premiate soluzioni di ripristino StorageCraft ShadowProtect SPX e ShadowProtect 5.

Oltre all’introduzione di numerose nuove funzioni, StorageCraft ha annunciato che le tecnologie di backup e ripristino StorageCraft intelligentFTP e StorageCraft HeadStart Restore sono diventate funzionalità gratuite all’interno di ImageManager 7.

Le nuove funzionalità gratuite di ImageManager 7 includono:

StorageCraft intelligentFTP®: garantisce la massima flessibilità perché consente di trasferire ciascun file incrementale ShadowProtect oppure un unico file giornaliero compresso. È anche possibile impostare criteri di conservazione personalizzati per consentire agli utenti di scegliere quali file trasferire.
StorageCraft HeadStart Restore®: permette di eseguire il ripristino di emergenza in pochi minuti grazie alla preinstallazione dei backup locali su una macchina virtuale con failover in modalità standby. Il volume di standby rimane sempre aggiornato perché ImageManager provvede a popolare ciascun backup incrementale all’interno della macchina virtuale.
Verifica avanzata delle immagini: permette di pianificare l’avvio automatico di backup specifici con la tecnologia integrata di StorageCraft VirtualBoot™, che invia tramite e-mail lo screenshot della schermata di accesso al sistema. È possibile impostare questa funzionalità su base giornaliera, settimanale o mensile in base alle necessità.
Espansione delle cartelle gestite: include delle cartelle gestite espandibili per visualizzare informazioni dettagliate sui processi, ad esempio per i processi HeadStart Restore, intelligentFTP, ShadowStream o i processi di replica. Inoltre gli utenti potranno ora visualizzare velocemente e in tutta semplicità una panoramica sullo stato delle attività di verifica e consolidamento in esecuzione.
Filtri per le cartelle gestite: permettono agli utenti di applicare filtri alle cartelle in base ai tipi di processi configurati. Ad esempio, è possibile scegliere di vedere solo le cartelle in sincronizzazione o con attività in esecuzione, oppure filtrarle per tipo di processo.
Gestione dell’archivio di backup: permette agli utenti di configurare l’archivio di backup in un’unica cartella gestita; ImageManager applicherà automaticamente le impostazioni dei criteri a tutte le sottocartelle. Anche le nuove sottocartelle create saranno gestite automaticamente ed erediteranno le impostazioni dell’archivio di backup principale.