HPE Apollo 4510 Gen10

Questo sistema di nuova generazione è stato costruito su misura per lo storage a oggetti e mette a disposizione una delle più ampie capacità storage di qualsiasi server di profondità 4U standard, con un limite di 600TB per sistema.



La piattaforma è ideale per i clienti che intendono ottimizzare la conservazione e il collocamento di enormi quantità di dati avvalendosi dello storage a oggetti come archivio attivo per l’accesso immediato ai dati strutturati e non strutturati.
Il sistema HPE Apollo 4510 Gen10 offre superiori prestazioni con il 16% di core in più rispetto alla generazione precedente.
Il nuovo supporto delle schede NVMe può essere utilizzato come efficiente cache per i metadati di Scality RING con il 100% degli alloggiamenti per gli hard disk destinati allo storage di dati a oggetti.
Inoltre, il sistema HPE Apollo 4510 Gen10 si avvale di un design dual-drawer a caricamento frontale con profondità rack standard per facilitare i clienti nella manutenzione dei loro sistemi.

HPE LTO-8 Tape

L’utilizzo del nastro sta vivendo una fase di ritorno come ulteriore layer di protezione contro il cybercrimine e gli attacchi ransomware per ridurre il rischio dei data center attraverso una soluzione affidabile per la salvaguardia dei dati offline e off-premises.



La nuova soluzione HPE per la conservazione a lungo termine dei dati permette ai clienti di alleggerire lo storage primario a favore del nastro per ridurre il costo del mantenimento dei dati nel tempo.
Con una capacità storage che può raggiungere i 30 terabyte per cartuccia, la nuova data cartridge HPE LTO-8 raddoppia la capacità a parità di spazio occupato nel data center rispetto alla precedente generazione LTO-7, affermandosi come complemento perfetto per i data center HPC.
La tape library HPE T950 può memorizzare ora fino a 300,6 petabyte3 di dati in sicurezza, mentre la tape library HPE TFinity ExaScale può raggiungere una capacità storage complessiva di 1,6 exabyte.
I drive LTO-8 a piena altezza raggiungono una velocità di trasferimento di 360MB/s, ovvero il 20% di prestazioni in più rispetto alla generazione LTO-7.

Soluzioni di Availability su IBM AIX e Oracle Solaris

Veeam® Software annuncia l’espansione del portfolio di soluzioni di Availability con il supporto agli ambienti operativi IBM AIX e Oracle Solaris. I clienti Enterprise possono ora sostituire la loro soluzione di backup legacy con un’ unica soluzione completa per la protezione dei dati e l’Availability di applicazioni, sistemi e dati mission-critical esistenti negli ambienti aziendali.



Il supporto di Veeam per IBM AIX e Oracle Solaris, attraverso la partnership tecnologica con Cristie Software, consente alle aziende di promuovere la business trasformation con una singola piattaforma di Availability per i carichi di lavoro fisici, virtuali e sul cloud. La tecnologia di Cristie è usata da oltre 3.000 clienti in tutto il mondo e oltre 1.000 aziende utilizzano il loro software per gestire i sistemi AIX e Solaris.

Sulla base della tecnologia sviluppata da Cristie Software, il supporto di Veeam per gli ambienti operativi di IBM AIX e Oracle Solaris sarà ulteriormente potenziato e integrato nella Veeam Availability Platform. Le soluzioni software di Cristie supportano le aziende a proteggere, recuperare e spostare le macchine critiche su hardware, hypervisor e ambienti cloud diversi, nell’ambito delle loro strategie di migrazione e della pianificazione DR. Cristie fornisce funzionalità di ripristino istantaneo del sistema, simulazione di recupero, migrazione flessibile della macchina e standby a caldo.

Con la Veeam Availability Platform, Veeam consente a qualsiasi azienda di offrire l’esperienza di Digital Life che gli utenti si aspettano, fornendo la nuova generazione di Availability for the Always-On Enterprise. Fornisce alle aziende di tutte le dimensioni i mezzi per garantire la disponibilità di qualsiasi applicazione e dati su qualsiasi infrastruttura cloud. Il supporto Veeam per IBM AIX e Oracle Solaris estende ulteriormente la protezione dei dati leader del settore per la virtualizzazione per includere ambienti fisici e cloud, fornendo in modo specifico:

§ Continuità del business non-stop per recuperare istantaneamente ogni applicazione, dato su ogni cloud.
§ Agilità di trasformazione digitale con gestione e migrazione dei dati multi-cloud, scelta personalizzata della strategia cloud
§ Analisi e visibilità con informazioni utili per la gestione dei dati, le prestazioni operative e la conformità

Veeam Availability Console: nuova versione

Veeam Software annuncia la disponibilità immediata della nuova Veeam® Availability Console™, una console gratuita di gestione dedicata ai service provider che forniscono servizi tramite Veeam, quali il Backup as a Service (BaaS) e il Disaster Recovery as a service (DRaaS), per supportare la gestione, il monitoraggio e la fatturazione di questi servizi in maniera più efficiente. In aggiunta, la console di Veeam estende le opportunità offerte ai rivenditori e ai nuovi managed service provider (MSP) che desiderano avviare un’attività di servizi di backup gestiti per acquisire nuovi volumi di fatturato. La Veeam Availability Console può inoltre essere usata dalle aziende moderne che operano in un modello di erogazione di servizi IT e che desiderano offrire un backup efficiente e gestito centralmente, la protezione dei dati e i servizi di disaster recovery su un ambiente multi-cloud distribuito, on-premises o cloud privato e pubblico, uffici remoti e filiali (ROBO), nonché da dipendenti che lavorano da casa o da postazioni mobili.



Con l’incremento dell’adozione del cloud, la capacità di distribuire, gestire e monitorare l’infrastruttura IT può risultare difficoltosa. Veeam Availability Console semplifica questo aspetto e consente ai service provider di Veeam di fornire valore aggiunto fornendo, gestendo e monitorando soluzioni di Veeam virtuali, fisiche e cloud per i propri clienti. Ciò consente ai partner di generare nuove possibilità di business offrendo servizi completamente gestiti di BaaS e DRaaS parallelamente alle loro linee di business tradizionali.

Gli elementi più importanti della Veeam Availability Console sono:
· Integrazione semplificata dei clienti, con la possibilità di supportare e gestire centralmente più clienti in un unico luogo;
· Rilevamento di rete remota degli ambienti dei clienti per l’implementazione delle soluzioni Veeam di Availability virtuali, fisiche e basate su cloud
· Supporto di endpoint e server virtuali, fisici, virtuali e basati sul cloud;
· Gestione e monitoraggio da remoto dei backup e delle repliche di Veeam per i clienti in una dashboard unica
· Monitoraggio, fatturazione e contabilità per garantire una visibilità completa delle risorse utilizzate in tempo reale, con fatture white label;
· Gestione self-service e monitoraggio sfruttando un portale multi-tenant per i partner e gli utenti finali
· RESTful API per integrare facilmente le funzionalità della Veeam Availability Console nei portali di gestione e flussi di lavoro esistenti e automatizzare le attività di gestione più comuni

 

InfiniBox R4

Infinidat annuncia l’ultima versione del microcode di InfiniBox: R4.

InfiniBox R4 introduce un’implementazione tutta nuova della replica sincrona che assicura la latenza più bassa del settore.

InfiniBox R4 include inoltre una funzionalità di Quality of Services (QoS) basata sulla cache neuronale di Infinidat che elimina i tier degli storage tradizionali.
Le implementazioni di QoS negli storage tradizionali impattano sulle performance delle applicazioni perché sono basate sugli stessi concetti di modulazione del traffico importati dall’ambito networking di oltre un decennio fa. InfiniBox R4 QoS è stato progettato in modo completamente nuovo per consente ai service provider di fornire diversi livelli di servizio e alte prestazioni senza richiedere l’acquisto e la gestione di molteplici tier di storage fisico. Questo approccio cambia le regole del gioco per i fornitori di servizi che desiderano semplificare l’efficienza operativa, snellire il capacity planning e trasferire tali benefici ai clienti.



InfiniBox R4 introduce anche la replica asincrona e TreeQs per NAS. La replica asincrona per NAS condivide un set di funzionalità comuni con la SAN e fornisce un Recovery Point Objective (RPO) di 4 secondi, un miglioramento di 10 volte rispetto all’attuale leader di mercato. La funzionalità supporta la replica di filesystem cloud-scale e miliardi di file con impatto zero-latency.
Il NAS TreeQs consente un controllo granulare sulla gestione dei file system, permettendo agli operatori di applicare user quota a livello di directory, semplificando così la migrazione da NAS legacy e abilitando capacità di reporting per app e per progetto. InfiniBox TreeQs scala a milioni di quote senza impattare sulle prestazioni.

Oltre a fornire funzionalità innovative, InfiniBox R4 innova il modo in cui Infinidat sviluppa, testa e fornisce codici.