Lo storage: un mercato a forte crescita annua

Donato Ceccomancini, Italy Sales Manager, INFINIDAT

Aldilà di piccole differenze inevitabili, i dati rilevati dagli analisti sono concordi. In ambito enterprise, quello dello storage è uno dei mercati che riscontrano regolarmente la maggiore crescita anno su anno. Ed è una cosa per certi versi naturale, visto che tutti i nuovi paradigmi che vengono man mano adottati dalle imprese per acquisire flessibilità e competitività sul mercato prevedono un utilizzo sempre superiore dei dati.
Resta fondamentale per le aziende adottare soluzioni in grado di gestire queste grandi quantità di dati in modo ottimale, senza appesantire la componente fissa dei costi, ma mantenendo tutta la flessibilità necessaria ad affrontarne con successo le fluttuazioni.
Chi è in grado di offrire già oggi questo tipo di soluzioni ha ottime possibilità di avvantaggiarsi, ottenendo risultati ben superiori rispetto alle crescite del mercato. E’ il caso di INFINIDAT, che solo nell’ultimo trimestre ha registrato una crescita del 270%, cento volte superiore rispetto al mercato nel suo complesso.
Anche i dati dei differenti vendor possono rivelarsi particolarmente interessanti se interpretati in modo corretto. I principali player perdono infatti quote di mercato, a testimonianza della continua ricerca da parte dei clienti di soluzioni innovative, flessibili e performanti al tempo stesso, cosa che evidentemente gli storici leader di mercato non sono percepiti in grado di offrire, almeno in questo momento storico.
Su questo, si innesta il confronto generale tra le tecnologie All-Flash e quelle ibride Flash-Optimized, che vede posizioni molto differenti a seconda dell’approccio che viene via via adottato.
Il nostro approccio in questo caso è chiaro, e si sta anche rilevando apprezzato dal mercato: proporre una soluzione Software Defined Storage di classe Enterprise che attraverso algoritmi di nuova concezione sia in grado di abbinare nel modo più efficace prestazioni, affidabilità, flessibilità e sostenibilità economica, il tutto ottenendo prestazioni superiori ai sistemi All-Flash.
Sono queste le caratteristiche che i clienti cercano di raggiungere, e chi saprà posizionarsi al centro di questo quadrilatero virtuoso avrà senz’altro la possibilità di sfruttare al meglio questa tendenza, guidando il mercato storage nel suo complesso a tassi di crescita ben superiori.

NetApp annuncia i primi sistemi enterprise NVMe over InfiniBand

Le nuove soluzioni e i software introdotti da NetApp sono:
 Sistema NetApp All Flash EF570: è il sistema leader del settore storage per il rapporto prezzo/performance, come dimostrato dai test di benchmark SPC-1 TM e SPC-2 TM. L’array all-flash di quarta generazione, progettato specificatamente per carichi di lavoro esigenti in termini di performance, come ad esempio big data analytics, calcolo tecnico e videosorveglianza, offre ora fino a 21 GBps di larghezza di banda, 1 milione di IOPS costanti, latenza inferiore a 100 microsecondi e supporto per 100 Gb NVMe over InfiniBand per aumentare la reattività dell’applicazione e accelerare gli analytics, il tutto nello spazio di 2 unità rack. Il sistema supporta 367 TB di capacità flash raw in un building block 2U modulare, scalabile fino a 1,8 PB.
 Sistema flash ibrido NetApp E5700 Series: accelera le performance e aumenta la densità con un sistema flash ibrido perfetto per le moderne applicazioni aziendali. Supporta anche 100 Gb NVMe over InfiniBand.
 SANtricity Cloud Connector: consente di abilitare le funzionalità del data fabric fornendo backup e recovery nel cloud, convenienti in termini di costi, da sistemi E/EF-Series.
 Software NetApp SANtricity: il software SANtricity 11.4 implementa ora alcuni miglioramenti in termini di sicurezza quali role-based access control e audit log, supporto Active Directory e un gestore delle
chiavi esterno ed è fornito on-box in dotazione a SANtricity System Manager.
 Soluzione di infrastruttura convergente per data analytics di NetApp: riunisce le più recenti tecnologie di storage, networking e server in un’architettura di riferimento pretestata e prevalidata, per semplificare
l’implementazione di ambienti di data analytics.

L’array all-flash EF570 di NetApp è un sistema storage midrange in grado di offrire performance di throughput doppie rispetto alle versioni precedenti. Nelle implementazioni, il sistema EF570 è in grado di ridurre i tempi di elaborazione video fino al 95%, riducendo al contempo l’analisi dei set di dati da settimane a ore e accelerando i tempi di risposta per le transazioni finanziarie di 4 volte rispetto ad altri sistemi.
Il sistema NetApp E5700 Series è un sistema flash ibrido progettato con algoritmi di caching adattativi di NetApp SANtricity SO per una vasta gamma di workload dell’applicazione. Con uno spazio rack di solo 2U o 4U, il flash array ibrido E5700 Series combina IOPS estremamente elevate e tempi di risposta inferiori a 100 microsecondi, aumentando così la reattività dell’applicazione e accelerando gli analytics. I clienti possono inoltre sperimentare backup e recovery perfetti nel cloud ibrido grazie all’integrazione con NetApp® Data Fabric. Entrambi i sistemi E5700 ed EF570 supportano interfacce multiple verso gli host ad alta velocità (32 Gb Fibre Channel, 25 Gb iSCSI, 100 Gb InfiniBand, 12 Gb SAS e 100 Gb NVMe over InfiniBand) una caratteristica che li rende uno dei primi array
2U con supporto per NVMe.
Progettati per ambienti applicativi, tra cui backup e recovery, calcolo tecnico, videosorveglianza e big data analytics, gli storage array NetApp E-Series ed EF-Series con software SANtricity offrono performance elevate, un valore senza pari e una semplicità comprovata. SANtricity System Manager offre ai clienti la flessibilità di gestire i propri sistemi NetApp EF570 ed E5700 Series da qualsiasi luogo e in qualsiasi momento, tramite un’interfaccia on-box basata su web facile da utilizzare. Inoltre, i clienti possono semplificare l’implementazione e l’accesso ai dati con uno storage sicuro e affidabile, con oltre 1 milione di installazioni nel corso di oltre 20 anni di esperienza. SANtricity Cloud Connector è una soluzione di cloud ibrido che si collega direttamente a una destinazione AWS S3 o tramite un sistema storage NetApp StorageGRID o AltaVault per backup e recovery convenienti nel cloud.

Sentinel Dual un UPS ad alta efficienza da Riello

Riello UPS presenta la nuova gamma di UPS Sentinel Dual.
Installabili a pavimento o in armadi rack per applicazioni di rete, sono disponibili nei modelli da 5-6-8-10 kVA/kW con tecnologia online a doppia conversione (VFI) e fattore di potenza 1, garantendo il 42% di potenza in più rispetto ad un UPS di generazione precedente.
100% Made in Italy ed estremamente compatti (3U). La flessibilità di installazione e uso (grazie al display digitale e al modulo batterie sostituibile dall’utente) e le numerose opzioni di comunicazione disponibili rendono Sentinel Dual adatto a un’ampia varietà di applicazioni, dall’informatica ai sistemi di sicurezza sino alle soluzioni industriali.
Una delle novità più importanti della gamma Sentinel Dual è quella di essere parallelabile fino a tre unità per triplicare la potenza del prodotto unitario. Inoltre possono essere configurati per funzionare in modalità N+1, aumentando l’affidabilità per applicazioni particolarmente critiche. All’interno della gamma Sentinel Dual i due modelli da 6000 W e 10000 W sono disponibili anche in versione ER con carica batterie maggiorato per lunghe autonomie e il modello 10000 W anche in configurazione con doppio ingresso: linea bypass e raddrizzatore separati.
La nuova gamma Sentinel Dual è configurabile nelle modalità Eco e Smart Active, per ridurre ulteriormente i consumi (efficienza 98%); inoltre una diagnostica avanzata è gestibile direttamente dal display digitale. Sono presenti le interfacce RS232, USB e slot di comunicazione per accessori di connettività, mentre la gestione software è affidata a Power-Shield.

Donato Ceccomancini Sales Manager Italy Infinidat

Infinidat annuncia la nomina di Donato Ceccomancini a Sales Manager Italy, con il compito di pianificare e coordinare le attività commerciali sul territorio.
La nomina di Donato Ceccomancini arriva a sottolineare il momento particolarmente brillante che l’azienda sta vivendo a livello locale – ma anche europeo ed internazionale -, con indicatori positivi sotto ogni aspetto. La forte richiesta di soluzioni di storage enterprise affidabili, scalabili e performanti ha permesso a Infinidat di acquisire numerosi clienti sul territorio, tra cui per esempio Cedacri.
Donato Ceccomancini porta a Infinidat un’esperienza più che ventennale, maturata ricoprendo ruoli commerciali di crescente responsabilità presso aziende leader quali IBM, Siemens e EMC. Dal 2002, Ceccomancini ha lavorato in Fujitsu, arrivando a ricoprire il ruolo di Head of Product Sales e di Head of Business Development, con responsabilità sullo sviluppo commerciale delle attività rivolte a clienti e prospect.
Anche a livello europeo, i risultati di Infinidat sono particolarmente positivi: nel primo semestre 2017, l’azienda ha registrato una crescita del fatturato pari al 182% rispetto all’anno precedente, con un numero sempre più elevato di clienti di ogni tipologia e settore, soprattutto in mercati verticali ad alta densità di dati quali quelli dei servizi finanziari, del retail, delle telecomunicazioni e dei servizi cloud. A livello globale le crescite sono ancora più positive, con un numero di Terabyte installati presso i grandi clienti superiore a 1.500TB (1,5 ExaByte).
Già nei mesi scorsi il team si era rafforzato con l’innesto di Corrado Scolari nel ruolo di Technical Advisor, con lo scopo di offrire a clienti e partner un supporto tecnico sempre più significativo e di capitalizzare al meglio le opportunità di business. Prima di entrare in Infinidat, Corrado ha lavorato per più di 17 anni in EMC con ruoli di Customer Engineer e di specialista di supporto per le complesse infrastrutture storage dei clienti italiani ed europei.
Infinidat ha sviluppato una piattaforma storage high end di nuova generazione, il cui cuore tecnologico è uno strato software-defined che assicura scalabilità e gestione contemporanea di architetture NAS, SAN iSCSI, Openstack e AS/400 integrate in un unico box. Le elevate prestazioni del sistema InfiniBox lo rendono ideale per workload eterogenei e ambiti di business diversificati, dal supporto di architetture applicative di tipo enterprise (SAP, Oracle Erp, Exchange, ecc.) agli ambienti virtuali fino ai progetti di Big Data Analytics, VDI, OpenStack e backup.

Accordo Wooxo-Atempo: “Maleva è pronta a dare il proprio fondamentale contributo”

Sebbene la security informatica sia un settore in costante repentino aggiornamento quello legato ai backup/restore è più tradizionale e le principali aziende sul mercato sono spesso le stesse da decenni.

Atempo, azienda in grado di offrire una suite di prodotti di backup/restore affidabili per medio-grandi aziende, dopo un periodo proficuo con ASG Technologies, ha annunciato ieri un nuovo accordo con Wooxo.

Wooxo è una società francese pluripremiata per le sue soluzioni innovative proprio nel settore della protezione dei dati con un target di mercato di aziende medio-piccole.

Il nuovo gruppo Atempo-Wooxo, con a capo Luc d’Urso, rappresenta quindi una nuova opportunità per entrambe le società di estendere e rafforzare i propri rispettivi mercati.

Con 150 dipendenti con una radicata rete di filiali e rivenditori in Europa (Francia, Inghilterra, Germania, Benelux, Spagna, Portogallo e Italia con la presenza ultra decennale di Maleva), Stati Uniti, Asia (Cina, Core e Singapore) e grossi investimenti in Africa, ci sono tutti i presupposti per una importante espansione.

Maleva è pronta a dare il proprio fondamentale contributo” ha dichiarato Michele Pozza presidente di Maleva.

Maleva.it