Vincenzo Costantino: EMEA South Technical Services Director di CommVault

Vincenzo Costantino, EMEA South Technical Services Director, Commvault

CommVault ha nominato Vincenzo Costantino EMEA South Technical Services Director. Dopo 18 mesi nella posizione di Technical Manager per l’Italia, a lui è stata affidata la responsabilità dell’area EMEA South con il compito di gestire e coordinare le attività di prevendita e servizi professionali nella region, supportando clienti e partner.
La piattaforma Commvault rappresenta una soluzione di information management completa che, affiancata dai necessari servizi professionali, è imbattibile sul mercato. Vincenzo svilupperà e rafforzerà quindi i rapporti con i partner, supportandoli ed eventualmente integrando la loro expertise in termini di conoscenza del prodotto e consulenza di alto livello con l’obiettivo di estrarre maggior valore e business insight dai dati dei clienti.
Vincenzo ha alle spalle una solida esperienza nel settore IT. In particolare, ha operato a lungo in Symantec, coprendo nel tempo una serie di posizioni differenti, in ambito commerciale, di prevendita, marketing e di canale. La più recente, quella di VAR e VAD Channel Manager, nella quale ha seguito la riorganizzazione del canale a valore dell’azienda. In precedenza, Vincenzo Costantino aveva lavorato in Sun Microsystems e Lucent Technologies.
Obiettivo di Vincenzo in CommVault è quello di rafforzare la presenza sul territorio EMEA South, andando a creare un rapporto più solido con clienti e prospect attraverso la realizzazione di progetti ad hoc, mirati a soddisfare le esigenze specifiche dei differenti mercati.

Schneider Electric ha rilasciato un patch per StruxureWare Data Center Expert e raccomanda di installare al più presto gli aggiornamenti disponibili

Positive Technologies ha annunciato di aver rilevato una vulnerabilità critica nel sistema StruxureWare Data Center Expert di Schneider Electric.

La soluzione di Schneider Electric, progettata per monitorare l’infrastruttura fisica dei Data Center, viene utilizzata da banche, società di media, compagnie assicurative, centri medici e altre aziende per gestire completamente il corretto funzionamento dei propri DC, dal sistema di raffreddamento ai generatori di backup.

La vulnerabilità rilevata è stata valutata 7.6 sulla scala CVSS v3 (Common Vulnerability Scoring System), un alto livello di pericolo legato al possibile accesso da remoto di un estraneo in grado di accedere alle informazioni sensibili contenute nei sistemi di supporto dei Data Center associati a StruxureWare Data Center Expert. A causa di questa vulnerabilità gli hacker sono in grado di recuperare le password dalla memoria operativa dal lato cliente della piattaforma dove queste vengono tenute in forma non criptata.

Per eliminare le vulnerabilità Positive Technologies raccomanda di aggiornare StruxureWare Data Center Expert alla versione 7.4 .

Thunderbolt 2 TVS-882ST2 NAS QNAP con processore Intel Core i5, doppie porte 10GbE, USB 3.1 10Gbps

QNAP Systems ha presentato TVS-882ST2, NAS Thunderbolt™ 2. Alimentato da un efficiente processore quad-core Intel® di 6tagenerazione 14nm Core™ i5 con crittografia hardware AES-NI e in grado di supportare otto SSD/HDD SATA 6Gb/s da 2.5″, include anche la connettività Thunderbolt 2 ad alta velocità, doppie porte di rete 10GBASE-T 10GbE, porte USB 3.1 Type-C/Type-A 10Gbps, uscita 4K HDMI, oltre a fornire una tripla soluzione SAN Thunderbolt/NAS/iSCSI. TVS-882ST2 è perfetto per applicazioni intensive come l’editing video 4K e fornisce un accesso dati ad alta velocità, backup e condivisione. TVS-882ST2 è inoltre adatto per configurazioni all-SSD, fornendo le massime prestazioni.

Grazie all’esecuzione del nuovo sistema operativo a 64-bit, QTS 4.3, TVS-882ST2 supporta il convertitore T2E (Thunderbolt to Ethernet) che consente alla porta Thunderbolt di funzionare come connessione Ethernet. In questo modo gli utenti di dispositivi senza porte Ethernet possono connettersi alle reti senza utilizzare altri adattatori. Anche gli adattatori da Thunderbolt 3 (USB-C) a Thunderbolt 2 (venduti separatamente) possono essere usati con TVS-882ST2 per fornire altre opzioni di connettività.

Più che una semplice soluzione ad alta velocità per potenziare il flusso di lavoro di video maker e organizzazioni, TVS-882ST2 è adatto per varie applicazioni digitali grazie alle sue numerose funzionalità. Virtualization Station consente l’host di macchine virtuali basate su Windows, Linux, UNIX e Android™ nel NAS; Container Station integra le tecnologie di virtualizzazione leggera LXC e Docker®; QvPC Technology permette di utilizzare TVS-882ST2 come PC collegando una tastiera, un mouse e un display HDMI; inoltre, con Linux Station è possibile utilizzare TVS-882ST2 come PC basato su Ubuntu®.

TVS-882ST2 è facilmente espandibile per soddisfare le esigenze derivanti dall’aumento dei dati. Gli utenti possono collegare fino a sei alloggiamenti di espansione Thunderbolt 2 (TX-800P o TX-500P o due alloggiamenti di espansione USB 3.0, UX-800P o UX-500P) a TVS-882ST2 per massimizzare lo spazio di archiviazione. Con VJBOD (Virtual JBOD), gli utenti possono anche sfruttare TVS-882ST2 per espandere lo spazio di archiviazione di altri QNAP NAS e per creare pool di archiviazione virtuali e volumi su dischi virtuali per i servizi NAS in funzione.

TVS-882ST2-i5-8G
Processore quad-core Intel® di 6ta generazione 14nm Core™ i5-6442EQ 1.9GHz ; RAM DDR4 SODIMM da 8GB (espandibile a 32GB); crittografia accelerata hardware; 2 porte Thunderbolt 2; 8 SSD/HDD SATA 6Gb/s da 2.5” (hot-swap); 2 porte LAN 10GBase-T; 2 porte LAN Gigabit; 1 uscita HDMI (fino a 4K 30Hz); 2 porte USB 3.1 (USB-C + USB-A, fino a 10Gb/s); 2 porte USB 3.0; 1 uscita audio 3,5mm; 1 jack microfono da 3,5 mm (solo microfoni dinamici); 1 schermo LCD; 1 telecomando.

TS-x31XU e TS-431X: nuovi NAS QNAP di fascia business con porte SFP+ 10GbE

QNAP Systems ha annunciato la serie TS-x31XU e il modello TS-431X, di fascia business e dal rapporto qualità-prezzo concorrenziale, caratterizzati da porte SFP+ 10GbE, ideali per aziende di piccole e medie dimensioni che necessitano di una soluzione efficiente di backup, ripristino, cloud privato e trasferimento dati intensivo.

Alimentati da CPU AnnapurnaLabs Alpine e RAM DDR3 da 2GB a 4GB a seconda dei modelli (espandibile a 16GB), i nuovi NAS QNAP integrano numerose funzioni per la produttività, tra cui QmailAgent, per gestire centralmente più account e-mail dai più diffusi servizi e-mail e server IMAP; Notes Station, strumento basato su cloud privato per registrare note e facilitare la scrittura collaborativa; Qsync per la sincronizzazione di file su diversi dispositivi e la sincronizzazione di cartelle condivise; Qsirch, potente motore di ricerca full-text, per individuare rapidamente i file nel NAS; VJBOD (Virtual JBOD), per espandere lo spazio storage sfruttando lo spazio non utilizzato. TS-x31XU e TS-431X possono anche essere utilizzati come server VPN o Client VPN per proteggere l’accesso di rete e con Surveillance Station possono offrire una soluzione professionale di sorveglianza basata su IP.

Inoltre, le due soluzioni QNAP supportano funzionalità per l’IoT, tra cui Container Station, che fornisce agli sviluppatori la possibilità di sviluppare e distribuire le applicazioni IoT. Container Station integra in esclusiva le tecnologie di virtualizzazione leggere LXC e Docker® ed è caratterizzato dalla piattaforma QIoT Containers che, associata all’elevata capacità di archiviazione dei NAS, offre una piattaforma cloud IoT privata con numerose app con container a disposizione degli sviluppatori per inizializzare microservizi basati su IoT.

Caratteristiche e specifiche principali:

TS-x31XU: la serie NAS TS-x31XU è in formato rack ed è disponibile in modelli da 4, 8 e 12 bay con alimentazione ridondante. Alimentata da CPU AnnapurnaLabs Alpine AL-314 quad-core 1.7 GHz ARM® Cortex-A15, è associata a un motore di crittografia hardware e al supporto cache SSD. Integra due porte SFP+ da 10GbE che garantiscono capacità di networking di alto livello, con velocità di trasferimento fino 1.242 MB/s. Per ottenere un’implementazione più flessibile, è possibile installare un’ulteriore scheda PCle da 10GbE a porta singola.

TS-431XU-RP: 4-bay, RAM DDR3 SODIMM da 2GB (espandibile a 16GB)
TS-831XU-RP: 8-bay, RAM DDR3 SODIMM da 4GB (espandibile a 16GB)
TS-1231XU-RP: 12-bay, RAM DDR3 SODIMM da 4GB (espandibile a 16GB)

Modello NAS rackmount, CPU AL-314 quad-core 1.7 GHz Cortex-A15 di AnnapurnaLabs Alpine, motore di crittografia hardware; HDD/SSD SATA 6Gbps da 2,5”/3,5” hot-swap; 2 porte SFP+ da 10 Gigabit; 2 porte RJ45 Gigabit; 1 slot PCIe Gen2 (x2); 4 porte USB 3.0.

TS-431X: NAS 4-bay in formato tower, alimentato da processore dual-core AnnapurnaLabs Alpine AL-212 1.7 GHz, fornisce fino a 956 MB/s di velocità in lettura con 10GbE e fino a 312 MB/s di velocità in lettura con crittografia dati basata su volume AES 256-bit.

TS-431X-2G: RAM DDR3 2GB (2GB x1)

Modello tower a 4-bay; processore dual-core Alpine AL-212 1.7 GHz Annapurna Labs, motore di crittografia hardware accelerato; HDD o SSD SATA 6Gbps hot-swap da 2.5”/3.5”; 1 porta SFP+ da 10 Gigabit, 2 porte

NetApp SolidFire ridefinisce l’infrastruttura del Data Center

Le soluzioni NetApp SolidFire forniscono un’infrastruttura data center che opera con la flessibilità e la velocità fornita dal cloud. I clienti possono ridurre i costi e la complessità, consolidando in modo sicuro applicazioni mission-critical su un unico sistema storage. Le innovazioni nel software consentono di fornire scalabilità senza interruzioni e prestazioni garantite per ogni applicazione.
I clienti beneficiano anche dell’innovazione nei modelli di licenza di NetApp SolidFire. Il modello FlashForward Capacity Licensing è flessibile, continuativo e prevedibile. I clienti possono acquistare hardware e software separatamente in modo da ottenere ciò di cui hanno bisogno, quando ne hanno bisogno. Le licenze continuative e trasferibili separano il software da aggiornamenti, riutilizzo o consolidamento hardware. Le licenze sono trasferibili e non limitate a particolari hardware, consentendo agli utenti di aggiornare o sostituire l’hardware in qualsiasi momento. Inoltre, sconti basati sull’utilizzo assicurano la diminuzione dei costi su software e supporto con l’aumentare della capacità di provisioning.

Con gli array all-flash SolidFire, i clienti possono adattare, spostare, scalare e trasformare le loro operation molto più rapidamente ed efficientemente, grazie alla sua architettura “shared nothing”. Questo approccio elimina la necessità di creare silos di infrastrutture per ogni carico di lavoro. I singoli nodi all’interno della rete distribuita storage di SolidFire gestisce i dati, la ridondanza e il recupero in maniera self-healing. Le organizzazioni possono automatizzare l’infrastruttura di storage per mantenere costi operativi bassi, fornendo un ambiente ideale per OpenStack, VMware VDI, database, DevOps e le implementazioni dei service provider.